Gli Azzurri dicono sì al ritorno in Nazionale di Balotelli




Carriera strana, quella di Mario Balotelli. L’attaccante classe ’90, ex Milan e Inter, ha infatti avuto una vita calcistica dalle molteplici facce, senza tuttavia riuscire mai a trovare una giusta continuità. Considerato, quando militava nel club neroazzurro, come uno dei più promettenti attaccanti a livello mondiale, la definitiva consacrazione non è mai arrivata.

Balotelli ItaliaBalotelli si è infatti spesso fatto segnalare per i suoi fatti extra calcistici, che in qualche modo hanno limitato, e non di poco, le sue enormi potenzialità. L’attaccante, che non a caso si è presto guadagnato l’appellativo di “Bad Boy” (cattivo ragazzo), si è infatti lasciato malamente con tutte le squadre in cui ha giocato. Se, tuttavia, in alcune di esse ha lasciato dei segni tangibili con tanto di discreti bottini di gol, le ultime stagioni erano invece state segnate da un declino che sembrava quasi indicarne il tramonto della carriera. Il tutto, a soli 26 anni: un enorme spreco di talento.

Basti pensare che nelle ultime due stagioni, tra Liverpool e Milan, il giocatore aveva collezionato solo scampoli di partite (con prestazioni spesso deludenti) e ancor meno gol: appena 2, se si considerano le presenze nella Premier League e in Serie A.

Adesso, al Nizza, club francese che a inizio stagione pareva celare poche pretese, Balotelli pare rinato, quantomeno in questi primissimi mesi. L’ex milanista, con la casacca della squadra transalpina, ha fin qui collezionato 5 presenze tra campionato francese ed Europa League, condendo il bottino con ben 6 reti: una media gol altissima, di gran lunga superiore a quella degli anni passati.

Ciò non ha potuto che destare gli esperti e gli addetti ai lavori, oltre che, naturalmente, gli attuali calciatori azzurri. Si può pensare ad un ritorno di Balotelli con la maglia dell’ Italia? Nulla lo vieta naturalmente, e gli stessi giocatori danno la loro benedizione. Tanti senatori, inclusi i vari Buffon e Bonucci, hanno parlato bene dell’attaccante, auspicandosi un suo ritorno in Nazionale se manterrà sia le prestazioni raggiunte che l’umiltà dimostrata finora. Lo stesso Ventura gli ha riaperto le porte, richiedendo in cambio, tuttavia, la continuità necessaria.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi