Barzagli, che guaio: fuori per almeno due mesi




Nella dodicesima giornata del campionato di Serie A, la Juventus è riuscita ad avere la meglio anche sul Chievo Verona, realizzando la decima vittoria stagionale e lasciando invariato il distacco di 4 lunghezze rispetto alla Roma seconda in classifica, che nel posticipo serale ha avuto la meglio su un Bologna mai in partita. I bianconeri, a fasi alterne, hanno mostrato un gioco leggermente migliore rispetto a quello poco brillante che ha caratterizzato la Vecchia Signora nell’ultimo periodo, tanto che solo il portiere Sorrentino e la sfortuna hanno impedito alla Juve di andare oltre il 2-1 finale. Tuttavia, per Allegri non sono esattamente tutte rose e fiori: il tecnico livornese, infatti, ha perso Andrea Barzagli.

Barzagli ItaliaBarzagli è decisamente il difensore più affidabile della rosa bianconera, tanto che gli addetti ai lavori, nonostante la sua non più verdissima età, lo considerano ancora oggi non soltanto come il miglior centrale del campionato italiano, ma addirittura uno dei più forti dell’intero panorama continentale.

Chiaro, quindi, che in un quadro di assoluta emergenza per la Juventus, che nell’ultimo periodo ha già patito diversi infortuni piuttosto seri (come quelli occorsi ai vari Dybala, Pjaca o Chiellini), la defezione forzata di Barzagli complica ulteriormente i piani di Massimiliano Allegri.

Gli ultimi accertamenti, infatti, sono decisamente poco lusinghieri: l’infortunio rimediato dal difensore di Fiesole nei primissimi minuti della gara col Chievo, infatti, è stato più grave del previsto. Barzagli, per l’appunto, ha riportato una lussazione della spalla sinistra, che, pur se ridotta ed in seguito contenuta grazie all’ausilio di un tutore immobilizzante (che dovrà essere tenuto dal difensore per circa quattro settimane), costringerà ad un forfait piuttosto lungo.

Per quanto riguarda i tempi, infatti, si parla di almeno due mesi di assenza, per una piena e completa guarigione. Insomma, Barzagli tornerà a calcare i campi non prima di gennaio, e nel frattempo perderà alcune gare importantissime: le ultime due partite del girone di Champions League, la supersfida di campionato con la Roma e la Supercoppa Italiana contro il Milan in programma a fine dicembre.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi