Champions League, per la Roma è dentro o fuori

Roma Florenzi




È oramai quasi tutto pronto in vista dell’attesissimo ritorno degli ottavi di finale di Champions League, con la Roma chiamata completare l’impresa cominciata, poche settimane fa, tra le mura amiche dello Stadio Olimpico: allorché, di fronte ai propri tifosi, Zaniolo e compagni misero insieme una prestazione a dir poco eccezionale, che gli consentì di sconfiggere il Porto per 2 – 1.

La Roma, fino a questo momento, ha dato vita ad una stagione vissuta tra alti e bassi, caratterizzata da numerosi problemi e da una serie di risultati a dir poco incostanti. I giallorossi, ora più che mai, si ritrovano dinanzi a un bivio fatto di dubbi ed incertezze: eliminati in maniera roboante in Coppa Italia, e lontani dal quarto posto in campionato (che garantirebbe l’accesso alla prossima edizione della Champions League), gli uomini di Di Francesco sperano quantomeno di riuscire ad andare il più avanti possibile nella massima competizione internazionale.

Va detto che anche gli avversari della Roma non se la passano molto bene: il Porto, infatti, è stato sconfitto dal Benfica nell’ultima partita di campionato, peraltro nel tempietto del Dragao. Una situazione analoga, per l’appunto, a quella dei giallorossi, sconfitti per 3 – 0 dalla Lazio nel derby capitolino. Insomma, entrambe le squadre si giocano moltissimo, e questa sfida di ritorno, con in palio un posto per i quarti di finale di Champions League, diventa una sorta di crocevia stagionale.

Per l’occasione, il tecnico giallorosso dovrà, ancora una volta, far fronte ai soliti problemi di formazione: Zaniolo, che ha deciso la contesa dell’Olimpico con la sua clamorosa doppietta, è uscito malconcio dalla stracittadina, e potrebbe non farcela a scendere in campo. In questo caso, allora, il suo posto potrebbe essere rilevato da Perotti, reduce da una stagione sfortunata e tormentata dagli infortuni, o da Pastore, scivolato in fondo alle gerarchie di Di Francesco. Perlomeno dovrebbe rientrare Manolas, oramai recuperato.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*