Higuain, Bonucci, Caldara, Rugani: si sbroglia la matassa?

Higuain




In principio era il Chelsea: il Milan venne molto tempo dopo. Se il mercato in uscita della Juventus per la sessione estiva del 2018 venisse trasposto in un libro, probabilmente, questo potrebbe essere un buon incipit. Già, perché la Vecchia Signora, fino a questo momento, perlopiù aveva lavorato egregiamente soprattutto sulle entrate. Certo, sono state ammainate alcune bandiere come Buffon e Lichtsteiner, oltre al ghanese Asamoah, andato all’Inter a parametro zero. Ma si parla perlopiù di situazioni che erano già state definite da tempo, da prima ancora che terminasse la precedente stagione. Di contro, tra giugno e luglio, all’ombra della Mole sono arrivati diversi ragazzotti davvero niente male: Caldara, Spinazzola, Cancelo, Emre Can, più un certo Cristiano Ronaldo. Robetta da poco, insomma. E che, però, aveva provocato come controindicazione la necessità di far spazio nella rosa, per alleggerire il monte ingaggi e recuperare parte della liquidità già spesa. E nella lista nera della Juventus, così, erano finiti soprattutto Daniele Rugani e Gonzalo Higuain.

Strana la sorte del Pipita: Higuain, nel giro di un paio d’anni, è passato dall’essere l’acquisto più costoso della storia della Serie A, l’uomo sul quale puntare maggiormente per la conquista della Champions League, a un peso da smaltire nel modo meno doloroso possibile. L’arrivo di Maurizio Sarri al Chelsea, in un primo momento, pareva spalancare le porte ad una destinazione inglese per Rugani (già allenato dall’ex tecnico del Napoli ai tempi dell’Empoli) e per lo stesso Higuain.

Tuttavia, le clamorose voci di un eventuale ritorno di Leonardo Bonucci alla Juventus, in cambio del giovane Caldara, hanno via via preso sempre più piede, fin quasi a raggiungere i crismi dell’ufficiosità: pare, infatti, che il definitivo ok di Higuain al Milan, che preleverebbe il Pipita con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto (per un’operazione che dovrebbe raggiungere i 55 milioni di euro), scioglierebbe anche l’ultimo nodo sullo scambio tra i due difensori. A ore arriverà l’annuncio?




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi