I risultati della diciannovesima giornata di Serie A

Serie A




Si è conclusa pochi minuti fa anche la diciannovesima giornata del campionato di Serie A, che, di fatto, ha segnato anche il giro di boa del torneo. La Juventus, strafavorita per la conquista del suo ottavo titolo consecutivo, si è laureata in anticipo campione d’inverno, conservando un vantaggio piuttosto ampio sulle varie inseguitrici. Andiamo dunque a vedere che cosa è accaduto in questo ultimo turno del 2018.

Tutto è cominciato con il lunch match della diciannovesima giornata di Serie A, disputatosi presso l’Allianz Stadium, allorché la Juventus è riuscita ad abbattere anche l’ostacolo rappresentato dalla Sampdoria. Partita vibrante quella di Torino, e ricca di svariati colpi di scena e di episodi arbitrali che hanno fatto discutere: un 2 – 1 deciso dalla doppietta di Ronaldo, mentre a nulla è valsa l’ennesima zampata di Fabio Quagliarella.

Nel pomeriggio, importantissima quanto sofferta vittoria dell’ Inter nella trasferta di Empoli. I nerazzurri portano a casa l’intera posta in palio nel secondo tempo, grazie ad una zampata di Keita. Sempre più emozionante, invece, la lotta al quarto posto, che ad oggi non pare conoscere dei veri favoriti: la Lazio conserva il piazzamento ma, a causa dell’1 – 1 confezionato contro il Torino, vede i cugini della Roma, vittoriosi per 0 – 2 a Parma, avvicinarsi sensibilmente. Rotondissima l’ Atalanta, che piega il Sassuolo con un incredibile 2 – 6 e momentaneamente vanta così il miglior attacco della Serie A. Pari a reti bianche tra Genoa e Fiorentina, mentre, circa la lotta salvezza, l’Udinese abbatte il Cagliari per 2 – 0 e si porta fuori dalla zona rossa.

Nel primo posticipo, con incredibile fatica, il Napoli riesce in qualche modo a superare il Bologna. I partenopei, privi di Koulibaly, Hamsik e Insigne, hanno la meglio solo all’88°, vincendo per 3 – 2. Anche il Milan torna alla vittoria, grazie al redivivo Higuain: il Pipita, che mancava l’appuntamento al gol da ben 9 turni, ha siglato il 2 – 1 che ha steso lo Spal.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi