Tra infortuni e problemi, l’ Italia va verso il 3-4-3

Italia




Manca davvero pochissimo per la penultima sfida del girone di qualificazione dell’ Italia, che vedrà gli Azzurri opporsi alla modesta Macedonia. Una gara sulla carta molto semplice, ma che in realtà nasconde numerose insidie da non sottovalutare: la selezione guidata da Giampiero Ventura, infatti, negli scorsi giorni è stata letteralmente falcidiata da vari infortuni, come quelli di Belotti, Verratti, De Rossi e Pellegrini, cui si aggiungono i vari lungodegenti Marchisio, Conti e De Sciglio.

Il che, chiaramente, ha aperto dei grossi dubbi circa il modulo con il quale l’ Italia scenderà in campo, dapprima contro Macedonia e poi, il prossimo 9 ottobre, con la più temibile Albania. Difficile ipotizzare un ulteriore impiego del 4-2-4, sia per mancanza di uomini (l’assenza di Belotti è determinante per il tandem d’attacco), sia perché sostanzialmente è stato bocciato nelle partite precedenti.

Più probabile, da questo punto di vista, un deciso cambio di rotta, tanto che Ventura starebbe pensando ad un 3-4-3. Un altro modulo a trazione anteriore insomma, che lascia ben capire quali sono le ambizioni di questa Italia. Ma chi sarebbero gli uomini che, poi, si aggiudicherebbero l’investitura della titolarità? E chi, invece, si accomoderebbe in panchina?

L’ipotesi più affascinante, oltre che estremamente probabile, è che, dinanzi a capitan Buffon, potrebbe finalmente ricomporsi l’ormai storica BBC. La linea difensiva composta da Barzagli, Bonucci e Chiellini, così, si formerebbe nuovamente, dopo la clamorosa cessione nella scorsa estate del centrale di Viterbo, passato dalla Juventus al Milan.

Sulla mediana, invece, a questo punto è sicuro di un posto Parolo: sia per la sua esperienza, sia per l’ottima forma palesata nelle ultime uscite, con tanto di doppietta nella sfida di campionato contro il Sassuolo. Al suo fianco, presumibilmente, giocherà Gagliardini. Zappacosta, che al Chelsea sta crescendo tantissimo, occuperebbe la corsia di destra, Darmian invece quella mancina. Infine, l’attacco: al centro ci sarà sicuramente Immobile, mentre sulla sinistra pochi dubbi sulla presenza di Insigne. Infine, il tridente dell’ Italia dovrebbe essere completato da Candreva, in vantaggio su Verdi.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi