L’ Inter stecca la prima, Spalletti deve già inseguire

Perisic Inter




La sessione estiva di calciomercato, secondo molti addetti ai lavori, aveva già espresso alcuni verdetti che abbisognavano solamente di trovare conferme sul campo. Se la Juventus, soprattutto a seguito dell’acquisto di Cristiano Ronaldo, partiva ancora una volta favorita per la vittoria finale, l’ Inter avrebbe dovuto essere la sua più credibile oppositrice. La compagine nerazzurra, protagonista di una campagna di mercato di altissima fattura, e che ha portato diversi rinforzi in ogni reparto, era chiamata a fornire una prova convincente già all’esordio, contro una squadra, il Sassuolo, che negli ultimi anni si è consacrata come la sua bestia nera.

Abbiamo poi visto che le cose sono andate in maniera molto differente. L’ Inter ha sbattuto contro il muro neroverde, mentre Berardi e compagni, d’altro canto, festeggiavano per una vittoria di grande prestigio all’esordio in campionato. Un KO che inevitabilmente ha gettato scompiglio nelle ambizioni del club meneghino, benché Luciano Spalletti, da par suo, abbia invitato alla calma, evitando precoci allarmismi.

Effettivamente è ancora molto presto per provare a capire cosa accadrà con esattezza da qui alle prossime 37 partite. Il calcio d’agosto non è un banco di prova molto attendibile, per via di numerosi fattori: il caldo ancora incessante, la condizione fisica ben lungi dall’essere al top, gli automatismi che abbisogneranno di tempo per essere costruiti nel migliore dei modi.

Ma, pur a fronte di tutto ciò, è evidente che Spalletti dovrà lavorare molto sul gruppo, pur parecchio variegato, che si ritrova sottomano. L’inserimento di Radja Nainggolan, ancora fuori per alcuni guai fisici, in questo senso sicuramente aiuterà molto, ma l’assenza di un regista di ruolo, capace con le proprie geometrie di far girare la squadra, è un enigma che l’ Inter continua a lasciare irrisolto. E che, presumibilmente, potrebbe ripresentarsi nei prossimi impegni. Se però Spalletti riuscisse a trovare la giusta quadra, potremmo vederne delle belle.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi