Italia, ancora niente gol contro il Portogallo

Roberto Mancini Italia




Se è vero che l’ Italia, finalmente, in questa gestione del nuovo commissario tecnico Roberto Mancini sta dando qualche lieve segnale di ripresa, d’altro canto purtroppo rimane ancora il grosso problema che affligge la compagine azzurra da circa un paio d’anni a questa parte. Una squadra che, in alcune occasioni, riesce anche a creare un bel gioco e ad andare vicina alla marcatura a più riprese, senza tuttavia riuscire a concretizzare la propria superiorità. Una vera e propria crisi realizzativa, che non riesce ancora a risolversi benché, perlomeno a livello difensivo, la situazione pare essere notevolmente migliorata rispetto a quello che è stato il recente passato.

L’ Italia, contro il Portogallo, peraltro necessitava assolutamente di una vittoria per sperare ancora di tenere vive le residue velleità circa il primato del girone di Nations League. Un’impresa di per sé già piuttosto ardua, dal momento che i lusitani, campioni d’Europa in carica, certamente partivano avanti nei pronostici non soltanto per un discorso di classifica, ma anche per una qualità tecnica, al momento, superiore a quello della compagine nostrana.

Eppure, il primo tempo pareva poter indirizzare l’inerzia della sfida verso un certo ottimismo. L’ Italia, infatti, nei 45 minuti iniziali di gara riesce a tenere il pallino del gioco, sfiorando il gol del vantaggio a più riprese e senza concedere neppure le briciole a Cancelo e compagni. Una squadra che, però, come dicevamo, non riesce proprio a buttarla dentro: e così, nella seconda frazione di gara, un calo fisiologico da parte degli azzurri permette al Portogallo di uscire, e di cercare persino la vittoria grazie ad alcuni contropiedi molto pericolosi, ma anch’essi inconcreti.

Finisce 0 – 0 dunque, con gli Azzurri costretti ad accontentarsi dell’aritmetico secondo posto nel girone di Nations League. I lusitani, invece, hanno di che festeggiare: pur senza il loro asso, Cristiano Ronaldo, vengono promossi alla fase successiva con addirittura un turno d’anticipo.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi