Italia, brutta sconfitta con l’ Irlanda




Le ultime gare del girone E, quello in cui finora sono stati impegnati anche gli Azzurri, hanno, di fatto, concluso i giochi per quel che riguarda i primi turni, consegnando definitivamente le varie squadre che prenderanno parte agli ottavi di finale di Euro 2016. L’ Italia, giunta già aritmeticamente prima in virtù dei precedenti risultati, e con la certezza di affrontare la Spagna campione in carica al prossimo turno, si presenta contro un’ Irlanda estremamente combattiva e mai doma, rimediando una brutta sconfitta che non fa ben sperare per il prosieguo del torneo.

Brady IrlandaL’ Italia è stata sottotono per tutta la durata della gara, contrariamente ad un’ Irlanda che, invece, ha cercato con forza e convinzione una vittoria capace, grazie anche alla contemporanea sconfitta della Svezia sul Belgio, di portarla agli ottavi di finale come una delle migliori terze classificate.

Gli Azzurri, infarciti di riserve, danno vita ad una partita spenta e opaca, dove gli spunti in fase offensiva sono pochissimi e mai realmente incisivi, contrariamente ai britannici che invece hanno messo più volta in difficoltà la retroguardia degli uomini di Conte, posto in una condizione di sofferenza dall’inizio alla fine del match.

Barzagli e Sirigu son stati probabilmente i migliori fra gli Azzurri, mentre gravi sono state le responsabilità di Thiago Motta (probabilmente il peggiore in campo) e soprattutto di Bonucci, che in occasione del gol della vittoria dell’ Irlanda, giunto sul finale del secondo tempo grazie ad un colpo di testa di Brady, si perde la marcatura dell’uomo.

Adesso Antonio Conte dovrà cercare di ridare linfa ad una squadra, quella italiana, che sembra aver peggiorato le proprie prestazioni partita dopo partita, pur avendo iniziato splendidamente il proprio cammino in questo campionato europeo. Inoltre, è cresciuto anche il numero dei diffidati: ai vari Buffon, Bonucci, Chiellini, De Rossi, Thiago Motta e Eder, infatti, si aggiungono anche Sirigu, Barzagli, Zaza e Insigne. La sensazione è che, agli ottavi di finale, contro la Spagna campione in carica, servirà più di un miracolo per passare il turno.




Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi