L’ Italia demolisce l’ Uruguay, finisce 3 – 0 a Nizza

Si è conclusa pochi minuti fa la sfida amichevole tra l’ Italia e l’ Uruguay in quel di Nizza, con gli Azzurri capaci di ribaltare la tradizione sfavorevole contro la nazionale sudamericana, andando a trionfare con un rotondo 3 – 0. Al termine di una prestazione molto attenta e solida, gli uomini di Ventura sono riusciti a portare a casa un risultato che lascia ben sperare, in vista dell’impegno, molto più importante, che avrà luogo domenica 11 giugno allo Stadio Friuli di Udine: allorché l’ Italia sarà chiamata a sconfiggere il Lichtenstein nella sfida valida per i 3 punti nel gruppo G, per la qualificazione ai campionati mondiali che si terranno la prossima estate in Russia.

ItaliaPer l’occasione, dunque, Giampiero Ventura ha schierato un’ Italia forte del suo tanto caro 4-2-4, schierando dall’inizio praticamente tutti i migliori giocatori a disposizione. In porta, turno di riposo a Buffon: il tecnico azzurro preferisce Gianluigi Donnarumma, anche per fargli recuperare un po’ di ritmo partita in vista degli Europei Under 21 che cominceranno tra una decina di giorni. Nella retroguardia, spazio a Darmian, Barzagli, Bonucci e Spinazzola. Marchisio e De Rossi, quest’ultimo con la fascia di capitano (dopo averla ereditata idealmente anche dalla Roma, dopo l’addio di Totti), hanno composto la cerniera di centrocampo, mentre poche sorprese lì davanti: da destra verso sinistra, quartetto offensivo formato da Candreva, Immobile, Belotti e Insigne.

In verità, dal punto di vista dello spettacolo, la partita non ha molto da dire fino a una decina di minuti dalla fine. L’ Uruguay, sceso in campo con una formazione molto sperimentale e priva dei pezzi grossi, dà vita ad una prestazione poco incisiva, mentre l’ Italia, nonostante la buona volontà, costruisce giocate molto confusionarie. E così, il gol del vantaggio arriva in realtà solo grazie ad una goffa autorete di Gimenez, dopo appena 7 minuti.

Marchisio è costretto a uscire per infortunio, rilevato da Montolivo. Nel secondo tempo avvengono le altre sostituzioni di rito: fuori Candreva, Insigne, Barzagli, Immobile, Belotti, dentro rispettivamente Bernardeschi, El Shaarawy, Chiellini, Gabbiadini e Eder. E proprio Eder, all’83°, firma il gol del raddoppio: Gabbiadini recupera palla, calcia verso la porta e trova la deviazione dell’attaccante interista, che mette a segno una rete fortunosa ma meritata. Il 3 – 0 dell’ Italia lo realizza De Rossi su calcio di rigore, al 92° minuto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi