Italia, prove di Euro 2020, contro la Finlandia

Roberto Mancini Italia




Con il campionato di Serie A ufficialmente in pausa, il weekend calcistico, per una volta, ci fornirà un intrattenimento molto interessante e differente dal solito. Come abbiamo avuto modo di raccontarvi più di una volta nel corso di questi ultimi giorni, sta finalmente per avere inizio la fase a gironi per la qualificazione ai prossimi campionati europei del 2020. L’ Italia, che aveva clamorosamente fallito l’approdo ai mondiali di Russia 2018, sarà chiamata non soltanto a vincere, ma anche a fornire delle prestazioni quantomeno convincenti. L’avversario di esordio, peraltro, sulla carta è anche piuttosto modesto, e permetterà al commissario tecnico Roberto Mancini di fare anche qualche interessante esperimento, per affinare ulteriormente la sua esperienza sulla panchina azzurra. Andiamo dunque a scoprire insieme come potrebbe scendere in campo l’ Italia.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Bernardeschi. Allenatore: Mancini.

Molto, chiaramente, dipenderà dalle condizioni dei 29 convocati, in special modo chi è stato chiamato pur avendo qualche acciacco. Il maggior ballottaggio, così, sembra riguardare il centro dell’attacco: posto che quasi certamente Chiesa e Bernardeschi partiranno come titolari, considerando le condizioni straripanti e le ottime prestazioni offerte in questa stagione, a completare il tridente dovrebbe essere uno tra Immobile e Quagliarella. Il laziale sembra essere favorito, ma ovviamente occhio alle quotazioni di Quagliarella, che fin qui è emerso come il capocannoniere della Serie A.

Meno dubbi a centrocampo: considerando che Zaniolo è reduce da alcuni problemi fisici, il talento della Roma probabilmente siederà in panchina, lasciando spazio a Barella e ai due “internazionali” Verratti e Jorginho. In difesa, invece, non dovrebbero mancare i due juventini: in particolar modo il capitano, Giorgio Chiellini, che giocherà in difesa di Donnarumma. I terzini, considerando le alternative non propriamente variegate, dovrebbero esserci Florenzi e Biraghi: l’unico dubbio dovrebbe essere rappresentato da Spinazzola, specialmente dopo l’ottima prova offerta in Champions League.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi