Juventus e Roma, tutto ok: ottavi di Champions raggiunti

Juventus




L’ultima tornata della fase a gironi della Champions League, si è aperta decisamente bene per le compagini italiane impegnate nella competizione. Se, infatti, domani sera il Napoli sarà chiamato a compiere una vera e propria impresa sportiva, le sfide di Juventus e Roma erano decisamente più alla portata, tanto da essere andate a compimento. E così, bianconeri e giallorossi staccano il pass per gli ottavi di finale del torneo, raggiungendo così l’obiettivo minimo.

C’è da dire, tuttavia, che sia la Juventus che la Roma hanno incontrato molte più difficoltà del previsto, pur contro formazioni tecnicamente modeste come Olympiakos e Qarabag. La Vecchia Signora, che passa da seconda del girone dietro il Barcellona, ha infatti sofferto parecchio contro i greci, più volte andati vicini alla marcatura: decisivo Szczesny in un paio di occasioni, mentre in un altro frangente l’estremo difensore polacco, che per l’occasione ha rilevato un acciaccato Buffon, ha dovuto ringraziare il legno.

Il tutto, ad ogni modo, condito dalle marcature di Cuadrado e di Bernardeschi, che sul finale di gara è subentrato proprio al colombiano. Ma se il giovane azzurro, pur nello scarso impiego, ha subito avuto un impatto importante sulla gara, lo stesso non si può dire per gli altri giocatori offensivi della Juventus: male Dybala, impreciso Douglas Costa, mal servito Higuain, che ha dovuto fare a sportellate con gli avversari.

Un 2 – 0 che, tuttavia, premia la determinazione dei bianconeri, che dunque accedono nuovamente agli ottavi. Di spirito diverso l’impresa compiuta dalla Roma, che pur non avendo brillato contro il modesto Qarabag, è pervenuta ad una vittoria di misura: un 1 – 0 firmato da Diego Perotti, che permette di vincere non soltanto il match, ma anche il girone stesso.

Difatti, a causa del pareggio tra Chelsea e Atletico Madrid, i giallorossi staccano il pass da capoclassifica, mentre gli uomini di Conte ci arriveranno da secondi. Fuori dai giochi invece Simeone, che scivola in Europa League: una delusione enorme per gli spagnoli, che nelle precedenti quattro edizioni avevano raggiunto due volte la finale e una volta la semifinale.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi