Massimiliano Allegri, l’indeciso: rimane alla Juve o va via?

La finale di Champions League, per la Juventus, si è trasformata da irripetibile occasione a mazzata psicologica clamorosa. I bianconeri, che volevano invertire la storia infausta che li vedeva malauguratamente protagonisti in negativo della competizione, hanno infatti perduto anche questa volta, vedendo sfumare il sogno non soltanto di realizzare un grande triplete, ma anche di riportare a Torino una coppa che manca da fin troppo tempo nella bacheca di Madama. Una disfatta, quella subita dal Real Madrid, che davvero non lascia repliche. E che pone anche alcuni interrogativi per il futuro: cosa ne sarà, ad esempio, di Massimiliano Allegri?

Massimiliano Allegri JuventusIl tecnico della Juventus, arrivato tre anni fa tra lo scetticismo generale, si è poi rivelato come un vero e proprio crack. Nel corso della sua permanenza sulla panchina della Juventus, Allegri ha infatti conquistato ben tre double campionato-Coppa Italia consecutivi, e per due volte è giunto anche alla finale di Champions League, persa pochi giorni fa contro il già citato Real e, prima ancora, due anni or sono, contro i marziani del Barcellona.

Lo sconforto in casa bianconera è palpabile, e all’orizzonte potrebbe anche profilarsi l’addio del condottiero Allegri. Che, pochi minuti dopo il triplice fischio del signor Brych, ha dichiarato alle telecamere che ci avrebbe riprovato l’anno prossimo, ma la realtà propone una situazione ben diversa. L’allenatore livornese, infatti, vorrebbe dei rinforzi di livello assoluto, per garantire la propria permanenza sulla panchina bianconera. Oltre ad un ricchissimo ritocco dell’ingaggio, fino a 8 milioni di euro all’anno. E la dirigenza juventina, dinanzi a simili richieste, vacilla.

Alla finestra, peraltro, vi sono parecchi club pronti a chiamare Allegri, primo fra tutti il Paris Saint Germain. Che, dopo la fallimentare stagione con l’ex Siviglia Emery, vorrebbe adesso affidare la propria panchina ad un tecnico capace e vincente. Difficile dire adesso come andrà a finire. Quel che è certo, tuttavia, è che la Juventus ha sempre cercato di pianificare tutto per tempo, e dunque anche questa situazione dovrebbe venir risolta entro breve. Nel bene e nel male.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi