Milan ai cinesi: è la fine dell’era Berlusconi




L’era di Silvio Berlusconi al Milan può ormai dirsi praticamente conclusa. Dopo un tira e molla durato tutta un’estate, infatti, una delle più tormentate telenovele calcistiche degli ultimi anni giunge ai titoli di coda con la tanto attesa firma.

L’ormai ex presidente rossonero, infatti, ha firmato il contratto preliminare che prevede la cessione per la quasi totalità delle quote della società, per una percentuale pari al 99,93%. Le cifre in ballo parlano di qualcosa come 740 milioni di euro, inclusi debiti per oltre 200 milioni.

Chi sono, dunque, gli acquirenti del Milan, gloriosa società calcistica che adesso tenterà nuovamente la scalata ai vertici del campionato italiano? La nuova proprietaria è la Sino-Europe Investment Management Changxing, e, fra i principali investitori, abbiamo il manager Yonghong Li.

Cosa succederà, adesso? La chiusura definitiva della trattativa dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno, ovvero quando Berlusconi cederà il testimone in maniera definitiva.

I nuovi padroni, dunque, si impegnano a mettere sul tavolo dei grossi investimenti, tanto che, una volta acquisita la società, stando agli accordi raggiunti, dovranno potenziare la squadra con l’aiuto di grosse cifre. In particolare, sembra che la campagna di rafforzamento prevedrà degli investimenti di 350 milioni di euro entro i prossimi tre anni, 100 dei quali già al momento della chiusura.




Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi