La nuova Italia riparte dalla Nations League

Italia




Un nuovo torneo per rilanciare un nuovo corso. L’ Italia di Roberto Mancini, commissario tecnico selezionato per restituire linfa ad una Nazionale, quella azzurra, reduce da una delle crisi più gravi della sua intera storia, prova a rispolverare le proprie ambizioni nella neonata competizione targata UEFA. La Nations League, che per molti versi andrà ad implementare la fase di qualificazione al campionato europeo del 2020, avrà quindi inizio a partire da queste prime giornate di settembre, fermando per una settimana anche i campionati continentali.

L’ Italia, che chiaramente non parte come testa di serie in questa Nations League, è stata sorteggiata in un gruppo davvero niente male. Le sue avversarie, infatti, saranno la temibile Polonia di Robert Lewandowski, uno fra i più grandi bomber del pianeta, e soprattutto il Portogallo, peraltro campione d’Europa in carica.

Si tratta di sfide che, per forza di cose, forniranno all’allenatore Mancini delle risposte a dir poco fondamentali, all’interno di una rosa ancora in totale rifondazione, ma infarcita di alcuni interessanti talenti. Un doppio impegno, per i match di andata del Gruppo 3 della Lega A, che avranno inizio proprio nei prossimi giorni. Andiamo a vedere, dunque, che cosa potrebbe accadere esattamente.

Si comincerà, pertanto, questo venerdì, 7 settembre. Fra le mura amiche dello Stadio Renato Dall’Ara, a partire dalle ore 20:45, l’ Italia ospiterà la Polonia. Una partita che richiama precedenti di grandi prestigio: basti pensare alla semifinale del campionato mondiale di Spagna ’82, quando gli Azzurri, che poi vinsero il titolo, si imposero con un netto 2 – 0.

Il secondo match, per gli uomini di Mancini, si giocherà invece in trasferta, in quel di Lisbona. Presso l’Estàdio da Luz, lunedì 10 settembre, alle ore 20:45, l’ Italia affronterà i campioni d’Europa del Portogallo, che però saranno privi della loro stella più brillante: Cristiano Ronaldo, infatti, non ha risposto alla convocazione dell’allenatore Fernando Santos.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi