Calciomercato, quale Inter per il prossimo futuro?

La stagione corrente dell’ Inter, senza ombra di dubbio, è stata un’autentica delusione. I neroazzurri, che in estate avevano investito in maniera pesante sul mercato per tornare competitivi, sono andati incontro ad una serie di prestazioni a dir poco catastrofiche, che hanno portato il club nella triste situazione in cui ristagna adesso. Basti guardare a quanto è accaduto nei mesi passati: l’ Inter è stata massacrata in un girone tutto sommato semplice di Europa League, è stata eliminata agevolmente in Coppa Italia dalla Lazio, e in campionato occupa soltanto la settima posizione.

Icardi InterUn vero e proprio disastro per una squadra che, dopo aver speso così tanto sia nella sessione estiva che in quella invernale del calciomercato, aveva come obiettivo dichiarato quello di lottare per un piazzamento utile per qualificarsi alla prossima edizione della Champions League: almeno il terzo posto, insomma.

Tra il dire e il fare tuttavia c’è di mezzo un po’ di tutto, e il trittico di allenatori che, dalla scorsa estate, si sono avvicendati sulla panchina neroazzurra, non sono riusciti a dare continuità né al gioco, né ai risultati dell’ Inter. Che, adesso, sembra destinata all’ennesima rivoluzione: a prescindere da come andrà a finire questa stagione (qualificazione in Europa League o meno), il club milanese verrà totalmente rinnovato per la prossima stagione.

Anzitutto, rimane da sciogliere il nodo allenatore. Difficilmente Pioli rimarrà sulla panchina dell’ Inter, almeno stando a quanto è trapelato dopo la fragorosa sconfitta patita dalla Fiorentina in campionato. I sogni portano ai nomi di Simeone e di Conte, che però paiono difficilmente accessibili. Più plausibili invece le piste Spalletti e Marco Silva, benché non rappresentino la primissima scelta.

Poi, il mercato. Suning avrà il suo bel daffare per far quadrare i conti e raddrizzare il fair play finanziario. Messo a posto questo, magari con le definitive cessioni di Jovetic (attualmente in prestito dal Siviglia) e Ranocchia (Hull City), si penserà agli addii di diversi esuberi presenti nella rosa. Gabigol ad esempio non ha convinto appieno la dirigenza dell’ Inter, e potrebbe andar via in prestito per fare esperienza. Palacio è ormai giunto a fine corsa con i suoi 35 anni, e anche Eder sembra non godere di grande considerazione.

Sempre sul lato cessioni, sono inoltre da definire alcune situazioni spinose: Kondogbia, in rotta da tempo con il club neroazzurro, ma in ripresa nelle ultime uscite, resterà o andrà via? E cosa ne sarà dei vari Santon e Nagatomo, utilizzati con il contagocce in questi mesi? Da non sottovalutare anche il nodo legato attorno a Ever Banega: il centrocampista argentino, prelevato a parametro 0 come il grande acquisto estivo dell’ Inter, in realtà ha mostrato più ombre che luci finora.

Ma i maggiori dubbi riguardano la difesa. Nella retroguardia neroazzurra latitano dei centrali affidabili: Miranda patisce ormai una certa età, Medel è stato spesso adattato visto che nasce come mediano, e Murillo è spesso stato protagonista di brutte prestazioni. Ecco, dunque, che da questi scenari si pensa ai possibili colpi che l’ Inter potrebbe mettere a segno in estate. Manolas potrebbe puntellare la retroguardia, mentre a centrocampo i sogni sono Nainggolan e Strootman. Tutti colpi difficili, ma non per questo impossibili. Sul taccuino dei dirigenti ci sono anche i nomi di De Vrij e di vari terzini: in questo senso, torna in auge Matteo Darmian, ai margini del progetto del Manchester United.

E in attacco? L’ Inter cerca degli ottimi esterni, magari da alternare a Perisic e Candreva. Berardi resta l’obiettivo numero uno, seguito da Bernardeschi. Tuttavia, Sassuolo e Fiorentina non se ne libereranno tanto facilmente, a meno di grosse cifre.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi