Tripudio Galactico, il Real Madrid rivince la Champions

Cristiano Ronaldo Real Madrid




Come da pronostico, è stato ancora una volta il Real Madrid a vincere la Champions League, battendo nella finale di Kiev anche gli agguerritissimi inglesi del Liverpool. Il club spagnolo, alla sua terza affermazione consecutiva, peraltro la quarta negli ultimi cinque anni, accosta sempre più il proprio nome alla leggenda: nell’intera storia del calcio, i trionfi nella massima competizione sono divenuti addirittura tredici. Mai nessuno è riuscito a far meglio di così: la seconda squadra ad aver vinto di più, in questa graduatoria, è il “nostro“ Milan, fermo però a sette.

Eppure fa quasi specie pensare che l’ultima vittoria, per il Real Madrid, sia giunta nell’edizione in cui forse avrebbe meritato di meno. In questo senso, la finale disputata contro il Liverpool sembra quasi tramutarsi nello specchio più fedele di quello che è stato il cammino delle merengues in questa stagione europea: dapprima l’infortunio di Salah, miglior giocatore dei Reds, costretto ad alzare bandiera bianca fra le lacrime dopo appena mezz’ora dal fischio di inizio. Poi le due clamorose papere di Karius, inframezzate dall’incredibile rovesciata di Gareth Bale, nel più classico dei “gol della domenica” (per l’occasione realizzato nel tardo sabato sera).

Un 3 – 1 che ha quasi del surreale, per il modo in cui è stato confezionato. E che consente così, a Cristiano Ronaldo e compagni, di sollevare al cielo per la quarta volta in questi ultimi cinque anni la coppa dalle grandi orecchie. Un risultato a dir poco storico, e che ancor di più descrive il predominio del calcio spagnolo nel Vecchio Continente, con l’altra squadra di Madrid, l’Atletico, che pochi giorni fa aveva invece conquistato l’Europa League. Le due compagni, oltretutto, si affronteranno adesso anche per la Supercoppa Europea, nella prossima estate. Ma chissà che, nelle Merengues, non manchi il giocatore più rappresentativo: il già citato Cristiano Ronaldo appunto, che nel post-partita ha lanciato un criptico messaggio di addio.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi