I risultati della trentasettesima giornata di Serie A

Con l’ultimo posticipo del lunedì sera, tra le già retrocesse Palermo e Pescara, si è conclusa la trentasettesima giornata del campionato di calcio di Serie A, rivelatasi decisiva per l’assegnazione di quasi tutti gli ultimi verdetti ancora rimasti da scrivere. In particolare, domenica la Juventus si è laureata campione d’Italia per la sesta volta consecutiva, tagliando un traguardo che in verità sembrava ormai scontato da tempo. Ma procediamo con ordine.

Campionato Serie A 2015-2016Nei posticipi del sabato, le protagoniste assolute sono state le due squadre ancora in lotta per il secondo posto in Serie A, ossia Roma e Napoli. E sia i giallorossi che gli azzurri hanno vinto le rispettive gare portando a termine delle vere e proprio goleade. Se, infatti, gli uomini di Spalletti hanno piegato il Chievo Verona per 5 – 3, soffrendo a più riprese i clivensi, i ragazzi di Sarri hanno avuto vita decisamente più facile contro la Fiorentina, trionfando per 4 – 1. Un risultato, peraltro, che taglia definitivamente fuori i Viola da ogni residua chance per la qualificazione alla prossima edizione dell’Europa League.

Passando alle partite di domenica, invece, è giunto il verdetto più atteso. La Juventus, come dicevamo, ha conquistato il suo sesto Scudetto consecutivo, un record mai riuscito a nessuno prima nella storia della Serie A. I bianconeri, infatti, battendo il Crotone per 3 – 0, hanno raggiunto gli 88 punti in classifica, divenendo aritmeticamente irraggiungibili sia per la Roma che per il Napoli.

Il Crotone, tuttavia, non è ancora del tutto spacciato: i pitagorici, infatti, complice la contemporanea sconfitta dell’Empoli contro l’EuroAtalanta, rimangono dietro di appena un punto rispetto ai toscani. In questo senso, saranno decisivi gli ultimi 90 minuti di campionato, per capire chi abbandonerà la Serie A. Salvezza aritmeticamente raggiunta, invece, per il Genoa, grazie al trionfo per 2 – 1 contro un Torino ormai appagato.

Un altro verdetto scritto riguarda il sesto posto, valido per la qualificazione ai preliminari della prossima edizione dell’Europa League: la piazza viene occupata dal Milan, che batte il Bologna per 3 – 0 e stacca in maniera definitiva sulle inseguitrici, nella fattispecie Fiorentina ed Inter. Inter alla quale non è bastata la vittoria, tornata dopo ben sette turni di astinenza, contro una Lazio che mentalmente pare ormai aver staccato la spina, per sperare in qualcosa di europeo.

Continuano a crescere i rimpianti del Sassuolo, tornato ai consueti livelli soltanto in questa parte finale di stagione. I neroverdi travolgono il Cagliari per 6 – 2, portandosi a ridosso della prima metà della classifica di Serie A. Il pareggio per 1 – 1 tra Udinese e Sampdoria è macchiato da un grande nervosismo, che porta all’espulsione di tre giocatori più l’alletore Del Neri.

Infine, il Pescara ha sconfitto il Palermo per 2 – 0, rendendo meno amaro il proprio finale di stagione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi