Champions League, inutile successo per la Dinamo Sassari: vanno ko Avellino e Orlandina




Ancora una serata amara per le italiane in Champions League, vince solo la Dinamo Sassari che però fallisce l’obiettivo qualificazione.

Vince solo la Dinamo Sassari nelle tre sfide che vedevano le squadre italiane impegnate in Champions League, mentre Avellino cede in trasferta contro i cechi del Nymburk e Capo d’Orlando viene asfaltata dal Neptunas Klapeida con un passivo mortificante. A poco serve il successo della Dinamo Sassari che sconfigge in casa la Juventus Utena col punteggio di 93-78. Il successo del Pinar Karskikaya contro Murcia di fatto esclude matematicamente i sardi dalla possibilità di accedere al turno successivo. Per la squadra di Pasquini, si aprono le porte della Fiba Europe Cup, una magra consolazione per un team partito con altre ambizioni.

Nella sfida del PalaSerradimigni, dopo due quarti di assoluto equilibrio, sono Planinic e Bamforth a dare la scossa ai padroni di casa che chiudono in crescendo rifilando un distacco di 15 punti ai modesti avversari. Bamforth mette a referto 28 punti mentre Planinic chiude con 21. Capo d’Orlando subisce un passivo mortificante contro il Neptunas Klapeida proseguendo una striscia negativa che, tra coppa e campionato, dura ormai da 8 partite. Vincono i padroni di casa per 99-62, mentre Kubolka è ancora il miglior realizzatore per i siciliani con 18 punti. Bene Sulskis per i padroni di casa che mette a referto 17 punti.

Non riesce l’impresa alla Sidigas Avellino che viene sconfitta per 81-77 sul campo del Nymburk. Decisamente importante l’avvio di gara per i cechi che chiudono il primo quarto già avanti di 12 punti sul 28-16. Irpini sempre a rincorrere che riducono a quattro punti il distacco al riposo lungo per poi subire ancora uno strappo nella terza frazione che vede gli ospiti chiudere avanti con un distacco in doppia cifra (66-56). Nel finale è il solito Rich a guidare il tentativo di rimonta che non riesce anche grazie alla precisione nei tiri liberi di Ray. Adesse, per Avellino, la qualificazione al turno successivo diventa un terno al lotto. Bene Scrubb che chiude con 24 punti a referto, tra i pochi a salvarsi nella notte ceca.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi