Eurolega, Olimpia Milano ancora ko contro il Khimki: magistrale prova di Shved




Nuova sconfitta per l’Olimpia Milano in Eurolega contro un Khimki trascinato dall’estro e dalla classe di Shved.

L’Olimpia Milano viene sconfitta ancora in casa in Eurolega da un Khimki trascinato da un immenso Shved. Ai milanesi non è bastata la grande serata di Theodore e Tarczewski o i picchi di Jerrells.
Eppure era stata Milano a partire in quarta volando subito sul 5-0 con l’asse Micov-Jefferson. I russi si fanno sorprendere in fase di avvio, patendo eccessivamente il buon momento di Theodore e la fisicità di Tarczewski sotto le plance. La prima frazione si chiude con i padroni di casa avanti per 24-12.

Bartzokas decide di cambiare un po’ le carte in tavola, inserendo Zubkov che ripaga con 5 punti filati, mentre l’Olimpia si regge sui canestri di Jerrells che prova ad arginare la rimonta degli ospiti. All’intervallo, il Khimki riduce considerevolmente le distanze, finendo sotto solo di 7 punti sul 38-31. Ottimo avvio di ripresa dell’Armani Exchange, ancora con l’asse Jefferson-Tarczewski che sospinge l’Olimpia Milano fino al 44-35 timbrato da Micov in contropiede.

Poi si accende il talento di Shved che illumina la scena al Forum, e la rimonta moscovita è servita su un piatto dorato. Il pareggio è siglato da Jenkins, Milano cerca con troppa insistenza di sfondare centralmente finendo nelle trappole difensive russe. L’Olimpia Milano prova a tenersi in piedi con l’orgoglio di Gudaitis e Pascolo che riporta avanti i locali sul 56-55 alla penultima sirena. Nell’ultimo quarto sale ancora in cattedra Shved che griffa lo strappo russo sul 56-62. Le due squadre poi attraversano una fase in cui girano a vuoto in attacco sul 62-66. A Bertans risponde Shved che trova 5 punti di fila. Inutili gli ultimi canestri di Jerrells e compagni, con il Khimki che non fatica granchè a mantenere il distacco e che chiude sul 71-77.

AX MILANO: Jerrells 17, Theodore 14 (ed 8 assist), Tarczweski 10
KHIMKI MOSCA: Shved 29, Zubkov 15, Jenkins 10




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi