Europei femminili, Slovacchia domata (68-61): Italia ai quarti, c’è l’Ungheria

italia slovacchia europeiMissione compiuta. Le azzurre battono la Slovacchia (68-61) e si assicurano il secondo posto nel girone agli Europei femminili in Repubblica Ceca.

La prossima avversaria sarà l’Ungheria, che l’Italia affronterà convinta di poter ottenere il pass per la semifinale del torneo.

Match molto complicato, quello di ieri con la Slovacchia. Le azzurre si sono trovate di fronte un avversario parecchio ostico: c’è voluta una prestazione di grande grinta esaltata dal talento di Cecilia Zandalasini, anche ieri straordinaria.

Le atlete di coach Capobianco hanno dedicato la vittoria a Chicca Macchi, messa ko nel match contro la Turchia da una gomitata di Hollingsworth che le ha fratturato la mandibola e l’ha costretta a fare rientro in Italia. La 38enne è stata operata nella serata di domenica all’Istituto Galeazzi di Milano ed è ricoverata ora al reparto di chirurgia maxillo-facciale del nosocomio. L’operazione per ridurre e sintetizzare la frattura composta del corpo mandibolare è perfettamente riuscita e con ogni probabilità la Macchi sarà dimessa nella giornata di martedì. “Voglio dire grazie allo staff della Nazionale, dal primo che mi ha soccorso in campo, fino all’ultimo”, ha detto la Macchi.

In campo, le azzurre sono scese in campo con la sua maglia, la numero 29. Dopo il risicato vantaggio ottenuto all’intervallo (33-30), l’Italia allunga nella ripresa toccando il massimo vantaggio di +14 con un’incontenibile Zandalasini (15 punti, 12 rimbalzi e 3 assist). Ma è tutto il collettivo azzurro a girare alla perfezione: Dotto, Formica, Penna, Sottana, Crippa, nessuno viene meno al proprio compito e la Slovacchia è domata. Nell’ultimo quarto le atlete di Capobianco sono brave ad amministrare il punteggio, chiudendo la gara sul 68-61. Con il coach italiano soddisfatto, “perché hanno giocato con il cuore nelle strategie che avevamo previsto”.

Ora testa all’Ungheria, un avversario certamente alla portata. Ma si sa, in questi tornei nessuna gara può essere sottovalutata: le azzurre sono consapevoli che non sarà affatto una passeggiata.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi