Europeo Under 20, l’Italia si vendica: battuta la R.Ceca (81-66), finale 5°posto con la Lettonia




europeo under 20Riscatto Italia. All’Europeo Under 20 di Helsinki gli azzurrini vendicano il brutto esordio con la Repubblica Ceca, sconfiggendola 81-66 e conquistando così la finale per il quinto posto, che li vedranno opposti oggi pomeriggio alla Lettonia (start ore 15:15), che a sua volta ha battuto l’Ucraina 84-62.

I ragazzi di coach Sacripanti hanno superato il trauma dell’eliminazione ai quarti per mano della Turchia e si sono rivelati decisamente superiori ai cechi, mostrando molti progressi nella manovra e soprattutto al tiro, con percentuali finalmente all’altezza. Una crescita evidente, che fa aumentare i rimpianti per ciò che poteva essere e non è stato.

Ancora una volta il protagonista della sfida è Diego Flaccadori: con 17 punti è lui il top scorer dell’Italia. Praticamente una garanzia, la guardia tiratrice dell’Aquila Trento si è attestato su alti livelli per tutta la durata della competizione. Bene anche Severini e il solito Mussini.

A regnare nel primo quarto è l’equilibrio, spezzato dai sei punti consecutivi di Lorenzo Candi, che consegnano all’Italia il vantaggio di 3 punti alla prima sirena (20-17). Nel secondo quarto gli azzurrini provano anche ad allungare, aiutati anche da molte palle perse dagli avversari. I cechi, però, sono più che tosti, e riescono caparbiamente a restare aggrappati al match, affidandosi principalmente ai bravi Kroutil e Jokl: al riposo lungo l’Italia è avanti 33-28. 

Il break che probabilmente ‘segna’ la partita avviene all’inizio del terzo quarto: con un’ottima difesa e la vena realizzativa di Severini e Flaccadori, l’Italia infila un 15-7 che taglia le gambe ai cechi. Ora il vantaggio azzurro supera la doppia cifra (48-35). Dalla Repubblica Ceca nessuna reazione, l’Italia controlla e punge al momento opportuno: un altro mini break (5-0) firmato Flaccadori e Moretti fa salire l’Italia fino al +16. Non c’è più storia: i cechi alzano bandiera bianca, Sacripanti concede spazio alle seconde linee. Il divario aumenta ancora, e l’Italia si aggiudica il match con un netto 81-66.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi