Europeo under 20, il sogno delle ragazze si ferma sul più bello. Ok gli azzurrini, travolto il Belgio




europeo under 20Ad un centimetro da uno splendido sogno. La Nazionale Under 20 femminile viene battuta solo negli ultimi secondi dalla Spagna (71-69) che si laurea così Campione d’Europa. Le nostre azzurrine conquistano la medaglia d’argento, e sfiorano soltanto quell’oro che avrebbe avuto il significato di un’autentica impresa. Ma anche il secondo posto è un risultato eccezionale per il movimento, dopo l’argento ottenuto al Mondiale Under 17 qualche settimana fa.

Un finale al cardiopalma, dove l’Italia era riuscita ad impattare il match a 17” dalla fine, dopo essere stata sotto di 18 punti. La Spagna è riuscita ad avere la meglio solo grazie a due tiri liberi di Flores Costa. Grande delusione tra le azzurrine, ma anche grande consapevolezza di aver dato veramente tutto. Protagonista, ancora una volta, Cecilia Zandalasini, che chiude con 28 punti e 10 rimbalzi e si prende la soddisfazione di essere nominata MVP del torneo.

Senza un primo tempo così brutto, probabilmente staremmo parlando di un altro esito. All’intervallo le iberiche sono infatti avanti 44-26, e le italiane appaiono molto contratte, bloccate forse anche dalla tensione.

Nella ripresa le azzurrine costruiscono un’incredibile rimonta, trascinate da Zandalasini e Costa e da una difesa che diventa sempre più insormontabile. E’ proprio la Zandalasini ad infilare la tripla del pareggio a 17 secondi dalla sirena: la panchina azzurra esplode, ma il finale riserverà un destino crudele per i nostri colori. Fallo della Cabrini ad un solo secondo dal termine, e Flores Costa non fallisce i liberi decisivi. Pan tenta l’impossibile da lontanissimo: il ferro mette fine alle speranze azzurre. Spagna campione d’Europa, ma Italia a testa altissima.

Pronto riscatto dei maschietti dopo la brutta sconfitta inaugurale contro la Repubblica Ceca. Gli azzurrini di coach Sacripanti travolgono il Belgio 89-64 e conquistano il secondo match di questo girone (non eliminatorio, passano tutte alla seconda fase, ndr). Prossimo avversario la Svezia martedì alle 17:30, e sarà importante confermare le buone impressioni avute in questo secondo match.

Ottime ancora una volta le prove di Flaccadori e Mussini, bene anche Totè e Severini. Già all’intervallo l’Italia poteva disporre di un buon vantaggio (41-28), incrementato nel terzo quarto nonostante i tentativi di riavvicinamento dei belgi, trascinati da Ortiz. Negli ultimi 10′ gli azzurrini dilagano fino a raggiungere il massimo vantaggio di 30 punti, chiudendo poi 89-64.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi