Italia, troppo divario con le Filippine (106-70): oggi finale con il Canada




italiaL’Italia parte con il piede giusto nel torneo “Imperial Basketball City”, ma d’altronde non poteva essere altrimenti. Davvero poca cosa le Filippine per fornire qualche elemento in più a coach Ettore Messina sugli uomini da portare al Preolimpico di Torino.

Nel test di Bologna, rivelatosi poco più che un allenamento per l’Italbasket, ha fatto il suo esordio stagionale in azzurro anche Andrea Bargnani. Il divario tra le due compagini è apparso netto già dai primi minuti: a Messina servirà ancora del tempo per sciogliere gli ultimi dubbi e per stilare l’elenco dei convocati, che verrà reso noto il 30 giugno dopo l’amichevole con il Portorico a Biella. Intanto, oggi gli azzurri affronteranno il Canada nella finale del torneo “Imperial Basketball City”.

L’Italia, dicevamo, ha sbaragliato le modeste Filippine (106-70). Il quintetto di partenza scelto da Ettore Messina ha una chiara impronta ‘statunitense’: c’è anche Bargnani – esordio stagionale – insieme a Belinelli, Datome, Gallinari e Hackett, ormai una garanzia in regia. Risultato? Nei primi 4 minuti l’Italia vola già sul 21-0. Non c’è storia.

Il più in palla sembra essere il Gallo, ma tutti gli azzurri colpiscono a ripetizione. Il primo quarto è un monocolore: l’Italbasket lo chiude addirittura sul 40-7. Il secondo quarto non cambia tinta, le Filippine assumono sempre più il ruolo di vittima sacrificale. Nonostante Messina fa entrare qualche ‘riserva’, l’Italia va all’intervallo avanti di 49 (64-15). 

Nella ripresa, gli asiatici cominciano a far vedere qualcosina, mossi più dall’orgoglio che da una reale organizzazione di gioco. Tuttavia, il vantaggio azzurro rimane sempre molto ampio, e alla fine del match l’Italia chiuderà con un netto +36 sugli avversari (106-70).

Gli uomini che non hanno presenziato sul parquet di Bologna in questa prima gara potrebbero essere i primi candidati all’esclusione: stiamo parlando di Poeta, Pascolo e Tonut. Ma per esserne certi meglio attendere la finale di stasera contro il Canada, che ha facilmente superato la Cina: è probabile che Messina faccia qualche cambiamento, e magari i tre esclusi del primo match potrebbero trovare spazio.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi