Preolimpico, grande Italia: Croazia ko (67-60), azzurri in semifinale




preolimpico italiaDa stasera Rio sembra davvero più vicina. Piedi per terra e niente voli pindarici, certo, ma il successo dell’Italia sulla Croazia (67-60) pesa tantissimo: sia perchè ci spedisce dritti dritti in semifinale di questo torneo preolimpico, sia perchè potrebbe dare la ‘scossa’ giusta, quella convinzione nei propri mezzi che ancora non era stata trovata del tutto.

L’Italia vince così entrambe le gare del proprio girone e vola in semifinale, dove incontrerà una tra Messico e Grecia (molto probabilmente i centroamericani). Dopo l’affermazione nell’esordio con la Tunisia, l’Italbasket di coach Messina fa due su due, regolando i pur forti giocatori croati, trascinati da un grande Bogdanovic.

L’Italia si affida al Palaolimpico di Torino – 12000 spettatori, tra cui Alex Del Piero, seduto in parterre accanto ad Andrea Agnelli, Allegri, Leonardo, il presidente del Coni Malagò e la sindaca di Torino Appendino – che sostiene gli azzurri in maniera incessante. E ce n’è davvero bisogno. Il primo quarto è una battaglia: gli azzurri si portano avanti, ma vengono presto ripresi dalla Croazia, e sono costretti agli straordinari per non far scappare via i temibili avversari. Per fortuna Bargnani stasera c’è, e si fa sentire: nei momenti più difficili è lui a prendere per mano gli azzurri, insieme ad un ottimo Hackett. L’Italia arriva all’intervallo con i danni ‘limitati’: il ritardo dai croati è di sole due lunghezze (33-35). 

Comincia la ripresa, e sul parquet c’è di nuovo Alessandro Gentile, dopo che Messina lo aveva tolto nella prima frazione a causa di due sanguinose palle perse consecutive. E l’ex capitano dell’Olimpia Milano (giocherà negli Houston Rockets, ndr) lo ripaga ampiamente: difesa perfetta, e davanti Hackett ispiratissimo. E’ sua la tripla del 51-43, che permette all’Italia di gestire e arrivare a fino terzo quarto avanti di 7 punti (54-47).

Ma la Croazia, si sa, è squadra che non molla un centimetro. I primi minuti dell’ultimo quarto sono infuocati, i croati tornano a -3 (56-53). Ma l’Italia sembra aver finalmente trovato la fisionomia giusta, e soprattutto la concentrazione necessaria per attestarsi tra le ‘big’: aiutata da Gallinari che fa finalmente “il Gallo”, l’Italbasket conduce il match in porto senza nemmeno soffrire granchè. Finisce 67-60, gli uomini di coach Messina fanno due su due e aspettano la prossima avversaria in semifinale: da stanotte, il Brasile e quei cinque cerchi sono un pò più vicini.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi