Rio 2016, basket femminile: USA senza ostacoli, ok Giappone e Cina




rio 2016 femminile usaLa terza giornata del torneo di basket femminile alle Olimpiadi di Rio 2016 si è conclusa senza particolari sussulti. Sostanzialmente rispettati tutti i pronostici della vigilia: USA ancora travolgenti, vittorie come da programma per Giappone e Cina, sfida equilibrata tra Canada e Serbia, con i nordamericani che riescono a spuntarla 71-67.

Per la Nazionale a stelle e strisce non sembrano esserci avversari all’altezza sia in campo maschile che in quello femminile. Le ragazze USA emulano nuovamente i ‘maschietti’ e si sbarazzano con grande autorità della Spagna, a cui rifilano uno scarto di ben 37 punti (103-63). 

Ancora una volta, come nella gara precedente, gli Stati Uniti sono trascinati da Dania Taurasi (13 punti il suo score finale), ma ad emergere è sempre la grande organizzazione di gioco delle americane – che vanno tutte a segno – e la capacità di Geno Auriemma di far ruotare tutto il roster, consentendo ad ogni sua atleta di partecipare alla festa. Almeno per ora. Tra le spagnole da segnalare i 20 punti di Alba Torres.

Vittorie agevoli per Giappone e Cina contro Brasile e Senegal. Le atlete nipponiche fanno due su due: dopo aver piegato la Bielorussia nel primo match si ripetono contro le padroni di casa, costruendo il successo nella fase centrale della sfida. Un’affermazione che permette alle giapponesi di agganciare l’Australia in vetta al girone B.

Le cinesi travolgono il Senegal (101-64), già maltrattato all’esordio dalle statunitensi, mentre l’unica sfida equilibrata della giornata se l’aggiudica il Canada, che riesce a sconfiggere la forte Serbia dopo aver rimontato uno svantaggio di 18 punti. L’impresa delle nordamericane è stata possibile grazie alla prestazione “monstre” di Kia Nurse, classe 1996, autrice di 26 punti e del parziale decisivo nell’ultimo quarto. La Serbia si morde le mani per aver gettato alle ortiche una partita che aveva praticamente vinto: nel terzo quarto era addirittura avanti 52-34. Seconda sconfitta per le ragazze della coach Maljkovic: ora è davvero dura.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi