Rio 2016, bronzo alla Spagna: Australia battuta all’ultimo respiro (89-88)




rio 2016 spagna australia bronzoUna finalina così appassionante che sembra quasi una finale per l’oro. Lo spettacolo che hanno regalato Spagna e Australia ha deliziato il pubblico brasiliano ma anche tutti gli appassionati della palla a spicchi. L’hanno spuntata gli atleti iberici, per un solo punto (89-88), su un’azione molto contestata per un fallo decisamente dubbio fischiato a Patty Mills che ha permesso a Rodriguez di insaccare i due tiri liberi del sorpasso che è valso la medaglia di bronzo.

Straordinario, ancora una volta, Pau Gasol: 31 punti e 11 rimbalzi, in quella che con tutta probabilità è stata la sua ultima avventura con la casacca della “Roja”. Sul fronte australiano, altra grande prova di Patty Mills, autore di 30 punti complessivi.

Nel primo quarto i ritmi sono piuttosto soporiferi. A dominare sono soprattutto le difese, mentre gli attacchi di Spagna e Australia sbagliano molto. Le percentuali al tiro sono basse sia per gli iberici che per gli oceanici: alla fine del primo quarto la Spagna è avanti 23-17, sostenuta – manco a dirlo – da Pau Gasol.

L’Australia, che fin qui ha disputato un’Olimpiade sontuosa, non si scompone e con calma tenta di riagguantare gli uomini di Scariolo. Mills sale in cattedra, Andersen gli dà una notevole mano e l’Australia va al riposo sotto di sole 2 lunghezze (38-40).

Gli oceanici, quattro semifinali alle Olimpiadi ma mai a medaglia, tornano in campo con una grande ‘fame’ di vittoria. Il secondo tempo si accende e diventa bellissimo: Dellavedova e Gasol “si sorpassano”, l’Australia comincia ad infilare diverse bombe da tre, ma la Spagna ha tante soluzioni e sa come far male agli “Aussies”. Gasol e Mills protagonisti in un terzo quarto pirotecnico e ricco di punti: alla terza sirena gli iberici conducono 67-64. 

Gli ultimi 10 minuti sono caratterizzati da sorpassi e controsorpassi. I “Boomers” sono temibilissimi, ma Gasol sembra mettere la firma sul match a 2′ dalla fine. Niente affatto: Mills risponde subito, Australia a -1. I liberi di Andersen riportano addirittura avanti gli “Aussies”, ma è Gasol dalla lunetta a riportare la Spagna sul +1.

Si è già dall’altra parte: Baynes fa esplodere la panchina australiana (88-87). Mancano 9 secondi. Per gli arbitri, l’intervento di Mills su Rodriguez è falloso: dalla lunetta, il play regala successo e bronzo alla Spagna.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi