A-1 donne, finale gara 2: Schio pareggia i conti, serie sull’1-1

schio lucca Schio è viva. Nella finalissima del campionato femminile di Serie A, la Famila ha riscattato la sconfitta interna incassata in gara 1 da Lucca: il 79-63 di ieri sera consente infatti alle campionesse in carica di riportare la serie in parità (1-1).

Tuttavia, quel ‘break’ messo a segno da Lucca potrebbe risultare comunque determinante: le atlete toscane hanno infatti a disposizione due match tra le mura amiche per coronare un sogno. In caso di vittoria in entrambe le gare, Lucca vincerebbe il primo scudetto della sua storia.

Ma la storia non è mai scritta in anticipo. Anche perchè la Famila Schio è un avversario straordinario, mai domo e soprattutto mai sazio: lo ha dimostrato ieri sera, con una prestazione all’altezza della propria fama. Da sottolineare la mossa di coach Procaccini, che ha tenuto coraggiosamente fuori il play Martinez per dare nuovamente fiducia a Myem. La Famila è risultata quindi molto più fisica e battagliera, e ha trovato in un’incontenibile Giorgia Sottana e in un’encomiabile Chicca Macchi (15 punti) la chiave del successo. Schio è così riuscita a prevalere su Lucca nonostante una prova incolore di Cecilia Zandalasini.

Da Lucca, dopo la bella figura in gara 1, ci si aspettava qualcosa in più. Invece le toscane non sono riuscite a replicare tutto ciò che avevano fatto di buono nella prima sfida: decisamente sopra la sufficienza solo la Pedersen (18 punti), mentre è apparsa piuttosto in ombra la Harmon. Ora due gare davanti al proprio pubblico: si comincia venerdì, palla a due alle ore 20:30.

MORTE EUGENIO ROSSETTI, DIRIGENTE CLUB INDAGATO PER OMICIDIO COLPOSO

Non veniva sottoposto da tempo ai normali controlli di routine nonostante soffrisse di problemi cardiaci. In molti ricorderanno la tragedia di Eugenio Rossetti, il 16enne morto d’infarto mentre era in campo con la sua squadra, il Basket Trieste. Secondo la procura, il giovane giocatore non aveva effettuato la visita medica per l’idoneità sportiva che era scaduta da tempo: per questo il dirigente della società, Derik Depolo, è indagato per omicidio colposo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi