Virtus Bologna, si va avanti con Ramagli. Baraldi: “Ripartire con serenità”

virtus bologna ramagli




Si va avanti con Ramagli. La Virtus Bologna ha confermato la fiducia al coach, che era stato messo in discussione dopo la sconfitta sul parquet della Red October Cantù (94-87): contro la Fiat Torino ci sarà ancora lui a guidare le “V nere”.

La conferenza stampa di ieri è stata fortemente voluta dalla dirigenza virtussina per mettere fine a queste voci e rilanciare l’unità d’intenti di tutto il sodalizio.

A parlare è stato soprattutto l’uomo forte della proprietà Segafredo, Luca Baraldi, che ha sottolineato come la responsabilità davanti ai tifosi sia tutta della società. “La Serie A è forse un’altra cosa, si può vincere o perdere, ma bisogna farlo tenendo sempre a mente i valori – le parole di Baraldi riportate dall’ufficio stampa della Virtus – Certo, in A2 eravamo una famiglia, qui c’è un grado più elevato di professionismo, noi per primi forse dobbiamo fare un mea culpa perché stiamo portando avanti la nostra immagine nel mondo, e i modi sono importanti. Finanziare una società è importante, occuparsene a tempo pieno è ancora più impegnativo, e questo ora dobbiamo fare”.

Il tutto senza mettere in discussione “il nostro staff dirigenziale, dal presidente Bucci che è un fondamento del nostro sentire comune, a Trovato e al nostro coach Ramagli”.

Baraldi non ha usato giri di parole per commentare i risultati della Virtus Bologna. “Abbiamo un budget da posizioni di Eurolega e prestazioni da retrocessione – sottolinea Baraldi – Bisogna ritrovare serenità e avere il giusto atteggiamento in campo, adeguato alla maglia che si indossa. Penso si debba ricucire l’armonia all’interno dello spogliatoio, anche mettendo i ragazzi di fronte alla realtà”.

PISTOIA, GASPARDO SU GORDON: “LO SAPEVAMO DA UNA SETTIMANA” 

L’addio di Jamon Gordon non ha stupito Raphael Gaspardo. Il 24enne della The Flexx ha confessato di essere a conoscenza del suo trasferimento già da una settimana. “Ha fatto una scelta, va rispettata”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi