A2, Michael Umeh è la nuova guardia delle “V nere”




a2 michael umehMentre i team proseguono la loro preparazione precampionato, le società lavorano per consegnare ai rispettivi coach il miglior roster possibile per raggiungere gli obiettivi prefissati.

In A2 la campagna di rafforzamento della Virtus Bologna procede senza sosta. Le “V nere” hanno annunciato l’ingaggio della nuova guardia: stiamo parlando di Michael Umeh, che in passato ha vestito le casacche di Trento, Brindisi e Verona.

Il 32enne ritrova coach Ramagli, che lo ha allenato proprio nella città scaligera nella stagione 2014-15, chiusa da Umeh con una media di 16,7 punti a gara. “Una guardia che non sa solo segnare punti ma anche costruire gioco – ha detto mister Ramagli presentando il giocatore – Abbiamo voluto un giocatore che potesse dare qualcosa in più come persona, senza rompere gli equilibri di un gruppo che si sta formando”.

Soddisfatto del colpo anche il presidente della Virtus, Alberto Bucci: “Grande tiratore, ha esperienza e presenza per giocare anche in difesa – dice il presidente – Il fatto che Ramagli lo conosca bene è un motivo in più per farne l’uomo giusto per la Virtus che abbiamo in mente”.

Intanto i rivali della Fortitudo non restano a guardare: gli abbonati sono già 3000 e la squadra è già partita per Bormio dove disputerà due amichevoli di prestigio: la prima stasera con Milano (ore 19), la seconda domani con il Galatasaray (ore 18).

SASSARI, CHE ENTUSIASMO! 

Che ci fossero grandi aspettative intorno all’Enel Basket Brindisi si era capito. Ma l’entusiasmo dei tifosi alla presentazione dei biancoblu è stato veramente coinvolgente. L’Enel Basket è stata profondamente rinnovata, con i soli Durand Scott e Marco Cardillo (brindisino doc) a rappresentare il passato. L’obiettivo è chiaro: mettersi alle spalle l’ultima deludente stagione e riprendere quel discorso splendidamente iniziato nel 2014-15, con l’incredibile titolo di Campioni d’Italia conquistato in finale contro Reggio Emilia.

Coach Sacchetti sa di avere tra le mani un ottimo materiale per tentare di nuovo la scalata al vertice, ma invita a tenere i piedi per terra: “Sono titubante nel dare giudizi in questi periodi anche perché credo poco nei tornei precampionato – ha detto Sacchetti – Voglio vedere come questi giocatori reagiscono dopo una vittoria o una sconfitta”.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi