A2, Treviso espugna Roseto. Fortitudo-Forlì sospesa per incidenti




roseto treviso a2L’ottava giornata di A2 ha regalato molte emozioni, tante vittorie ‘corsare’ e purtroppo anche episodi che non vorremmo mai vedere all’interno dei nostri palazzetti.

Al PalaDozza, infatti, la partita tra Fortitudo Bologna e Forlì è stata sospesa per cinque minuti a causa delle intemperanze della tifoseria ospite.

Il tutto è accaduto a metà del terzo quarto: sono dovute intervenire le forze dell’ordine, che sono ricorse alle cariche nei confronti degli ultras provenienti da Forlì per riportare la situazione alla normalità.

Sul campo a trionfare sono stati i fortitudini, che hanno sconfitto gli ospiti 73-65: un successo che permette alla Fortitudo di inserirsi nel gruppetto che insegue il trio di testa composto da Roseto, Treviso e i cugini della Virtus.

I virtussini, infatti, hanno espugnato il parquet di Jesi 79-88, grazie ad una prestazione da incorniciare di Kenny Lawson, autore di 22 punti in 36 minuti. Per la squadra di coach Cagnazzo è il quinto ko di fila.

Ma il big match del girone Est è certamente quello tra Roseto e Treviso. A spuntarla è la DeLonghi, che riscattano subito il pesante rovescio subito mercoledì a Bologna. La gara non è stata di grandissima qualità tecnica: la chiave dell’incontro è stata l’ottima difesa trevigiana, brava a contenere il rosetano Smith, che pure è riuscito a realizzare 30 punti. Tuttavia, lo score della sua stella (e il solito, grande calore del suo pubblico) è risultato insufficiente per Roseto: Treviso vince 78-83. Sempre nel girone Est, fa rumore la vittoria esterna di Chieti a Piacenza (67-76).

Passiamo al girone Ovest, dove a comandare troviamo un duo composto da Legnano e Biella: sia i primi che i secondi si sono imposti su misura, rispettivamente sulla Virtus Roma (76-75) e su Tortona (77-78, in trasferta). Proprio Tortona viene raggiunta da Siena, brava ad ottenere l’intera posta in palio sul parquet di Rieti (66-73). Fanno saltare il fattore campo anche Casale Monferrato (che abbandonano così l’ultimo posto in solitaria) e Latina, che espugnano Agropoli (67-71) e Ferentino (75-79).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi