Bagno di folla per l’Enel Brindisi. Sacchetti: “Vogliamo sorprendere”




enel brindisi sacchettiUn vero e proprio bagno di folla quello che ha caratterizzato la presentazione dell’Enel Basket Brindisi al PalaPentassuglia. Il popolo brindisino ha dimostrato una volta di più tutto il proprio affetto nei confronti dei biancoblu, caricandoli a dovere per la nuova stagione che si presenta ricca di aspettative.

La città di Brindisi ha da sempre una grande passione per la palla a spicchi: lo sa bene il coach dell’Enel Brindisi, Meo Sacchetti, che vuole ricambiare questo grande affetto con grandi prestazioni sul campo.

“Avevo già provato il calore di Brindisi da avversario, c’è un attenzione particolare che ha alle spalle una storia lunga. La passione per questa squadra risale a tanto tempo fa con personaggi importanti – ha detto Sacchetti – che si è confermata e ravvivata negli ultimi anni”. Il coach si è soffermato anche sulla città, specificando che ci sono evidenti miglioramenti rispetto al passato: “Come città è cresciuta molto, si è rinnovata. Migliorando ulteriormente traffico e gestione dei rifiuti sarà ancora più gradevole”.

Del ‘vecchio’ roster sono rimasti sono Durand Scott e Marco Cardillo. “Abbiamo dovuto cambiare molti atleti, un po’ per scelte tecniche, un po’ per decisioni dei giocatori – ha spiegato Sacchetti – Si è puntato a una squadra abbastanza atletica, non abbiamo gente di stazza importante, ma pensiamo di giocare un certo tipo di pallacanestro frizzante. Le qualità ci sono, bisognerà capire che si gioca solo con un pallone”.

L’Enel ha due obiettivi da centrare: la qualificazione ai playoff e le Final Eight di Coppa Italia. Anche per coach Sacchetti la favorita alla vittoria finale è l’Olimpia Milano, “ma potrebbero esserci delle sorprese. Noi siamo pronti”.

ATRIPALDI (AUXILIUM): ABBIAMO UN GRUPPO COMPATTO 

I giudizi li darà il campo, perché avendo una squadra nuova per nove decimi non possiamo giudicarla già oggi. La cosa che posso però dire, dopo le prime due settimane di allenamento, è che ho visto un gruppo molto compatto, una cosa che non è mai troppo scontata”. Così il responsabile dell’area tecnica dell’Auxilium Torino, Marco Atripaldi, in un’intervista sulle colonne di Torinosportiva. “Siamo soddisfatti dei nuovi arrivati, sia per come si sono inseriti e la chimica di squadra che hanno creato – ha aggiunto Atripaldi – sia per le loro motivazioni personali che possono creare un’identità di gruppo forte”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi