Ecco come potrebbe cambiare la Serie A1: due Conference da 12 squadre per riabbracciare le grandi piazze

Ecco la nuova formula che si sta studiando per riportare le vecchie piazze decadute nella serie A1 che allargherà il novero delle partecipanti.

La serie A1 di Basket potrebbe cambiare radicalmente la propria composizione e la formula del campionato. Stanno prendendo consistenza le voci che vorrebbero sempre più probabile la creazione di un nuovo format del massimo campionato di basket. Allo studio una formula ‘salva grandi piazze’ che consentirebbe, alle tante nobili società decadute come Siena, Treviso e Roma di tornare nel massimo campionato con la creazione di una super Serie A1 a 24 squadre, suddivise in due Conference come già avviene in Nba.

Due maxi gironi da 12 squadre per un totale di 30 sfide nella regular season, con le squadre che si affronteranno per le consuete gare di andata e ritorno e poi una fase ad orologio di 8 partite in base ai piazzamenti in classifica contro avversarie che non si sono affrontate nella conference. Il nuovo formato della serie A1 di Basket dovrebbe prendere il via nella stagione 2019/20, una soluzione che potrebbe consentire a tantissime piazze da tempo escluse dal giro del basket che conta di poter tornare a recitare un ruolo da protagoniste, riportando entusiasmo e tornando a riempire i palazzetti dello sport.

L’attuale formato di A2 consente ad una sola squadra di poter accedere alla massima serie con una sola retrocessione. La serie A1 somiglia sempre più al campionato di calcio di serie A, dove l’Olimpia Milano recita la parte della Juventus, ammazzando il campionato a suon di vittorie, lasciando poco spazio alle speranze delle concorrenti. La Lega Basket vuole rilanciare in grande stile la pallacanestro italiana che negli ultimi anni ha vissuto momenti di crisi. Potrebbe tornare presto il derby di Bologna, mentre potremo riabbracciare piazze storiche del basket italiano come Treviso e Siena che per ragioni economiche sono sprofondate nelle categorie minori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi