Capo d’Orlando-Brescia, Diana: “Due punti importanti”. Di Carlo: “Sono positivo, i ragazzi lottano”

capo orlando brescia




Un risultato che rilancia le ambizioni della Germani Brescia e che invece costringe la Betaland Capo d’Orlando ad una situazione di classifica sempre più difficile. La vittoria esterna della Leonessa nell’anticipo del 23esimo turno del campionato di Serie A di basket maschile ha permesso agli uomini di Diana di agganciare momentaneamente la Sidigas Avellino al terzo posto, in attesa dell’esito della gara tra gli irpini di Sacripanti e l’Olimpia Milano.

Al contrario, l’Orlandina è sempre più in fondo alla classifica con 10 punti e deve sperare che la Vuelle Pesaro non si imponga sulla Dolomiti Trento: uno scenario che significherebbe per la Betaland ultimo posto in solitaria.

Coach Diana, ai microfoni della sala stampa, ha detto di non aver apprezzato il primo quarto della propria squadra. “Abbiamo dato troppa fiducia ai nostri avversari – ha detto Diana – Nella seconda parte del match la nostra difesa è stata più aggressiva e questa secondo me è stata la chiave della partita. Dalla difesa è nata anche la serenità con cui abbiamo iniziato a giocare in attacco e le nostre percentuali di tiro si sono alzate. Conquistiamo due punti importanti per la classifica, anche se dovremo fare in fretta a resettare tutto: sabato affronteremo Cantù, una delle squadre più energiche del campionato, e ci vorrà molta attenzione”.

Dall’altra parte, coach Di Carlo analizza l’ennesima battuta d’arresto del suo team. “C’è disappunto e rabbia da parte di tutti, perché stiamo rincorrendo da tanto tempo una vittoria che ci servirebbe per toglierci di dosso l’insicurezza – ha detto Di Carlo, che si è comunque complimentato con i suoi uomini – Sono positivo, mi porto a casa la reazione e la voglia che la nostra squadra ha dimostrato di voler uscire da questa situazione molto complicata”. Infine, un plauso al pubblico del PalaFantozzi: “Ci ha incitati dal primo minuto soprattutto nei momenti di difficoltà”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi