Caserta esclusa dal campionato, il patron Iavazzi: “Reagiremo”

caserta esclusione




Per i tifosi della Juvecaserta l’annuncio di ieri è stato praticamente il materializzarsi di un incubo. Esclusione dal campionato: tre parole che suonano come dei macigni sulla testa di ogni sostenitore dello storico team.

Il Consiglio Federale della Fip, al quale era presente anche il presidente del Coni Giovanni Malagò ha infatti ratificato l’impossibilità di ammettere la Pasta Reggia al prossimo campionato di Serie A di basket maschile. Il comunicato della Fip spiega i motivi che hanno portato alla decisione che ha gettato nello sconforto un’intera città, che da sempre vive di pallacanestro. “Sentito il parere negativo della Com.Te.C, il Consiglio Federale ha deliberato di non ammettere la Juve Basket Caserta al Campionato di Serie A di basket 2017-18 – scrive la Federazione – Il provvedimento è motivato dal fatto che la società non ha ottemperato al ripianamento del parametro ricavi/indebitamento/patrimonio netto al 31 marzo 2017 e non ha dimostrato di aver adempiuto ad ogni obbligazione nei confronti dei propri tesserati compresi i lodi Fiba”.

E ora? Nella giornata di ieri il patron Lello Iavazzi aveva fatto capire che non c’erano margini per recuperare la situazione. “Ormai è tutto deciso”, ha spiegato il numero uno, che però ha promesso che ci sarà una reazione per tentare un ultimo colpo di coda. “Adesso aspettiamo le motivazioni, poi reagiremo. E’ una motivazione formale e non di sostanza, per noi c’è un pool di avvocati a lavorare. Appena lette le motivazioni, partirà la nostra opposizione in tutti i modi consentiti dalla legge”. Quanto tempo ci vorrà? Probabilmente un paio di settimane, pertanto i tifosi della Juvecaserta dovranno soffrire ancora un bel pò.

Intanto, proprio i tifosi si sono scatenati sui social alla notizia dell’esclusione dal campionato. Alcuni di loro si sono dati appuntamento alla rotonda di San Nicola la Strada: l’obiettivo è cercare una soluzione a quello che tutti definiscono “un calvario infinito”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi