Cuore Avellino, Venezia si arrende all’overtime (87-77). Capo d’Orlando batte Trento

avellino venezia




Tante emozioni nei due anticipi serali del campionato di Serie A di basket maschile. La Sidigas Avellino ha inflitto la seconda sconfitta nel torneo ai campioni in carica della Reyer Venezia: la battaglia del PalaDelMauro si è risolta solo all’overtime (87-77), con gli irpini bravi a portare a casa i due punti e ad ottenere così bottino pieno nelle due difficili sfide contro Milano e Umana.

Nell’altro anticipo, vittoria fondamentale per Capo d’Orlando, che al PalaFantozzi ha avuto ragione di un’Aquila Trento davvero lontana da quella della scorsa stagione. E’ la prima volta che l’Orlandina riesce a battere la Dolomiti nella massima serie. La formazione di casa sale così a quota 8 in classifica, staccando proprio il team di Buscaglia, ancora impelagato nei bassifondi.

Se l’eroe del Forum di Assago era stato Ariel Filloy, stavolta Avellino deve ringraziare Jason Rich: è suo il canestro che permette al team di coach Sacripanti di strappare il supplementare all’ultimo respiro. Venezia, che scende in campo senza Jenkins, subisce la verve degli avellinesi nel primo tempo, che si chiude sul +9 per il quintetto di casa. Nella ripresa Avellino prova a fuggire e raggiunge anche la doppia cifra di vantaggio, ma la Reyer è squadra di grande esperienza: con pazienza e lucidità, i lagunari rimontano e trovano il primo vantaggio a quattro minuti dal termine. Johnson dalla lunetta sembra chiudere il discorso, ma Rich manda tutto all’overtime: è lì che la Sidigas piazza il parziale decisivo (8-0) e fa impazzire il pubblico accorso al PalaDelMauro.

Al PalaFantozzi termina 82-80 per Capo d’Orlando, che ha trovato in Wojciechowshi l’uomo risolutore: 27 punti per il cestista polacco con cittadinanza italiana, con Di Carlo che può essere soddisfatto anche per l’ottimo esordio di Maynor (17 punti). Trento dilapida il +7 del terzo quarto e ha solo uno scatto d’orgoglio nel finale, che non basta per tornare a casa con i due punti: per il team di Buscaglia è davvero notte fonda.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi