Delirio Venezia, è campione d’Italia! In gara 6 piegata Trento (81-78)




venezia trento scudetto Venezia campione d’Italia! Dopo 74 anni lo scudetto torna in Laguna, ed è festa grande per tutta l’Umana, che corona così una stagione davvero di grandissimo livello.

In gara 6, la Reyer ha trovato le forze di andare ad espugnare nuovamente il PalaTrento (81-78) conquistando così quel titolo che da queste parti mancava addirittura dal periodo bellico. Lo ha fatto affidandosi alla sapiente guida di coach De Raffaele e ad un roster davvero di grande qualità, tecnica e tattica, e di grandissima forza mentale.

Venezia, tornata in Serie A soltanto sei anni fa, aveva già concluso la regular season al secondo posto alle spalle della corazzata Olimpia Milano e davanti a team di tutto rispetto come Avellino, Sassari, Reggio Emilia e la stessa Trento, splendida avversaria in questa finalissima che ha regalato davvero tante emozioni.

Gli sconfitti non possono rimproverarsi nulla. La stagione dell’Aquila è stata strepitosa, un cammino in crescendo fino alla vittoria pazzesca in semifinale contro Milano, che aveva fatto sognare lo scudetto a tutta la città. Ma la Reyer si è dimostrata più forte di tutto e di tutti. Al termine della gara l’abbraccio tra Buscaglia e De Raffaele vale più di mille parole: questi due coach hanno regalato sensazioni fortissime non solo ai tifosi delle due squadre, ma a tutti gli appassionati di pallacanestro.

La svolta della serie è stata probabilmente quella tripla di Bramos in gara 5, che ha permesso all’Umana di portarsi sul 3-2. Quella ‘beffa’ ha certamente pesato nella testa di Trento, che oggi è partita molto bene toccando addirittura il +11 nel primo tempo. Ma pian piano la Reyer si è ricomposta e ha rosicchiato punti su punti ai padroni di casa, fino al -1 dell’intervallo (36-35). Nella ripresa Venezia mette il turbo e scappa via, raggiungendo anche il +12 alla fine del terzo quarto. Per Trento sembra finita, ma nel finale di gara, complice qualche errore veneziano di troppo, i padroni di casa si aggrappano al match: a 10 secondi dal termine Sutton ha il possesso del pareggio ma sceglie di schiacciare. Trento è a -1, fallo su Haynes che mette entrambi i liberi, timeout e doppio tentativo di Trento per l’overtime che non va a buon fine.

I giocatori della Reyer impazziscono di gioia, lo scudetto (il terzo della storia veneziana) è realtà dopo 74 anni.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi