Dinamo Sassari, coach Pasquini: “Occhio a Pesaro”




pasquini dinamo sassari pesaroLa partenza è stata così così. Due vittorie e due sconfitte per la Dinamo Sassari, che pure coltiva ambizioni di alta classifica e il sogno di tornare protagonista del campionato come nel 2014-2015.

La tifoseria chiede di più ai suoi propri beniamini. L’occasione è propizia, visto che il calendario propone un impegno casalingo non proibitivo: l’avversaria odierna, infatti, è la Consultinvest Pesaro, che ha totalizzato fino ad ora solo due punti e staziona sul fondo della classifica insieme a diverse altre squadre.

Ma coach Pasquini invita a stare attenti: non bisogna assolutamente sottovalutare la Vuelle. “Pesaro come ogni anno è una squadra da temere, con un mix di giovani interessanti americani che hanno possibilità di mettersi in luce nella lega italiana – ha detto Pasquini in conferenza stampa – Quest’anno il passaggio dal 5+5 al 3+4 ha incrementato questo processo, con giocatori europei che possono aiutare gli altri a crescere prima. Hanno vinto la prima contro Brescia e poi perso due partite tirate a Torino e Cantù e l’ultima con Avellino in casa. È una squadra da temere, dovremmo essere in grado di approcciare da subito nella maniera giusta alla partita perché è un avversario pericoloso”.

Cosa deve fare la Dinamo Sassari per migliorare le sue prestazioni, fin qui non esaltanti? “Dobbiamo essere più concreti quando gli avversari mettono più energia a rimbalzo offensivo. Abbiamo dei gap soprattutto quando ci disuniamo e alterniamo ancora momenti di grande difesa a momenti di minore intensità”.

“L’obiettivo è diventare lineari per i 40 minuti con la difesa che dà ritmo all’attacco – ha detto coach Pasquini – Dobbiamo diventare una squadra vera, come ci siamo detti anche in preseason, ma non cerchiamo alibi, il mio lavoro è risolvere i problemi e accelerare il processo per diventare squadra. Dobbiamo lavorare per essere più concreti quando la partita ti mette davanti delle difficoltà e ti fa masticare del duro”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi