Dinamo Sassari, sconfitta a testa alta contro la Lokomotiv Kuban (77-86)




sassari sconfitta lokomotiv kubanSconfitti, ma soddisfatti della prestazione. Nella prima giornata del torneo internazionale “City of Cagliari” la Dinamo Sassari ha lottato con orgoglio contro i fortissimi russi del Lokomotiv Kuban, che sono riusciti a prevalere sui sardi 86-77.

Ma la prestazione dei biancoblu è stata senza dubbio positiva, e le buone indicazioni derivate dal difficile test avranno certamente fatto felice coach Pasquini.

La prima parte di gara non è stata memorabile per la Dinamo. Troppo evidente lo strapotere fisico russo, che si rivelano anche molto più precisi al tiro rispetto agli uomini di Pasquini. Il punteggio sottolinea le differenze emerse: 10-20 alla fine del primo quarto, che diventa 15-28 dopo pochi minuti del secondo. Ma sono proprio i secondi 10′ a trasformare la Dinamo, che trascinata da un ottimo Odom e da una difesa più concentrata e meno svagata riesce a rosicchiare terreno al Lokomotiv Kuban, andando al riposo sotto di soli 5 punti.

Nel terzo quarto, però, Sassari paga lo sforzo e viene fuori la comprovata esperienza dei russi, che piazzano l’allungo decisivo. Il Lokomotiv tocca il massimo vantaggio di +15, per poi giungere alla terza sirena avanti 64-51. Ma la Dinamo ha un ultimo moto d’orgoglio. Il mattatore è sempre Johnson Odom (21 punti complessivi): sua la tripla del -6 che fa sperare Pasquini, ma i russi rispondono subito con le bombe di Rochestie e Jones.

La Dinamo deve arrendersi, ma è una sconfitta ricca di elementi positivi.

BELINELLI: “MESSINA RESTI CT”

“Spero davvero che Ettore Messina resti alla guida della Nazionale, ne abbiamo bisogno”. Anche Marco Belinelli si schiera al fianco del commissario tecnico dell’Italbasket, che ha già ricevuto attestati di stima da parte di molti azzurri. “Aver mancato la qualificazione ai Giochi brucia tanto – confessa Belinelli – Ci credevamo tutti, è stato un dispiacere enorme. Da tanti anni la Nazionale non riesce a raggiungere un certo tipo di traguardi, ma la determinazione per arrivare in alto c’è. Non sono il tipo di persona che si abbatte, punto ai prossimi Europei”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi