Eugenio Rossetti non ce l’ha fatta: addio al giovane cestista




eugenio rossetti Ha lottato come un leone, Eugenio Rossetti, ma purtroppo non ce l’ha fatta. Il giovane cestista aveva solo 16 anni: gli è stato fatale un arresto cardiaco lunedì sera, mentre stava disputando una partita del campionato Under 20 Eccellenza col suo BaskeTrieste (società satellite della Pallacanestro Trieste) a Mazzano, provincia di Brescia, contro l’ASD Starenergy. 

Eugenio ha chiesto il cambio perchè si era accorto di qualcosa che non andava. Ha cominciato ad avvertire dolori al petto, e si è diretto verso la panchina tenendosi una mano sullo sterno. Una volta accomodatosi in panchina, si è accasciato a terra sotto lo sguardo atterrito dei compagni di squadra, del coach e di tutti i presenti.

Immediato l’intervento di un’ambulanza che ha tentato di far ripartire il cuore di Eugenio con un defibrillatore. In seguito, Eugenio è stato trasportato all’Ospedale Civile di Brescia, ma durante il viaggio è stato colto da un secondo arresto cardiaco, che ha aggravato le sue condizioni. Il 16enne ha lottato con tutte le sue forze per 24 ore, ma alla fine il suo cuore ha ceduto.

Eugenio Rossetti era un talento emergente della palla a spicchi: era stato infatti selezionato per giocare nei campionati Under 18 e Under 20 Eccellenza.

Profondo cordoglio per l’accaduto è stato espresso dal presidente della Pallacanestro Trieste, Giovanni Marzini. “La Pallacanestro Trieste è vicina in questo momento a BaskeTrieste. Quanto accaduto ieri ha colpito fortemente tutti i nostri atleti, dirigenti e tecnici – ha detto Marzini – Il BaskeTrieste è il team dal quale attingiamo i nostri giovani: siamo molto colpiti da quanto accaduto”.

ITALIA, MESSINA SARA’ ANCORA CT 

Avanti con Ettore Messina anche agli Europei. L’assistente allenatore dei San Antonio Spurs sarà il commissario tecnico della Nazionale maschile anche nel 2017: la FIP aveva già confermato Messina, ma il coach ha voluto prendersi del tempo per capire se il club NBA era disponibile a questa soluzione. Per questo, Messina ha voluto ringraziare il presidente Petrucci, “ma anche coach Popovich e RC Buford degli Spurs. Si riparte per fare il miglior lavoro possibile in vista dell’Europeo”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi