Fiat Torino, rescisso il contratto con Stephens: va a Scafati. Brescia su Dixon

torino stephens




Dopo la splendida vittoria nelle Final Eight di Coppa Italia, la Fiat Torino si rituffa negli impegni di campionato, cercando di riprendere la marcia verso un buon posto nei playoff. Prima, però, la società piemontese vuole mettere a segno alcune operazioni di mercato che vadano a perfezionare il roster a disposizione di coach Galbiati, che ha rilevato il team da Carlo Recalcati conducendolo ad un trionfo inaspettato, il primo nella storia dell’Auxilium.

La Fiat ha infatti comunicato di aver rescisso consensualmente il contratto con Quinton Stephens, classe 1995, che non è riuscito a trovare molto spazio in questa stagione nelle fila dei piemontesi. In campionato, infatti, Stephens è sceso in campo in 7 occasioni, segnando in tutto 6 punti con 4 rimbalzi e 2 stoppate in 31 minuti di gioco. Ala statunitense ma di passaporto britannico, 206 cm di altezza per 94 kg di peso, Stephens ha già trovato un accordo con la Givova Scafati, in A2. Il giocatore americano resterà in Campania per un mese, in prova, con opzione di prolungamento per il resto della stagione.

Cresciuto cestisticamente negli anni della frequentazione dell’università Georgia Tech di Atlanta, chiusa con 10,4 punti, 7,6 rimbalzi e 2.2 assist di media a partita, Stephens ha partecipato la scorsa estate alla NBA Summer League di Orlando con la maglia dei Charlotte Hornets, guadagnandosi l’ingaggio nella massima serie italiana dalla Fiat Auxilium Torino.

Anche la Germani Brescia è particolarmente attenta sul fronte mercato. La Leonessa, che ha visto sfumare la possibilità di vincere la Coppa Italia proprio per mano della Fiat Torino, sarebbe intenzionata a portare in Lombardia la guardia statunitense Daniel Dixon, attualmente in forze ai Maine Red Claws (12 punti e 4 rimbalzi di media a partita). La Germani Brescia avrebbe puntato su Dixon dopo aver fatto alcuni sondaggi su Marcus Denmon e Kenny Boynton, che sono stati ritenuti fuori portata dal punto di vista economico.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi