Final Eight, subito le sorprese: Cremona elimina Avellino, Torino schianta Venezia

cremona avellino




C’era grande attesa per l’inizio di queste Final Eight di Coppa Italia, che hanno visto il via quest’oggi nella bellissima cornice del Mandela Forum di Firenze. E l’appuntamento ha subito regalato una valanga di emozioni, con due risultati a sorpresa: a passare il turno e a volare in semifinale, infatti, sono state le due squadre sfavorite nei rispettivi match. La Vanoli Cremona di Meo Sacchetti ha sconfitto la Sidigas Avellino ai supplementari (89-82), mentre la Fiat Torino ha rialzato la testa dopo un periodo estremamente difficile e ha buttato fuori i campioni d’Italia della Reyer Venezia (72-60).

La Vanoli partiva con poche chances attribuitegli dai “bookmakers”, ma quando hai in panchina un coach come Sacchetti nulla è impossibile. D’altronde, l’attuale coach di Cremona e della Nazionale ha già vinto la Coppa Italia con Sassari per ben due anni di fila: quando poi ti ritrovi anche un Drake Diener in forma smagliante, nonostante le sue 36 primavere, ecco che l’impossibile diventa realtà.

I 19 punti dello statunitense, unitamente alla grande prestazione di Johnson-Odom che si dimostra infallibile ai liberi (10/11), trascinano la Vanoli, che da ottava classificata si toglie lo sfizio di mandare a casa la capolista. E dire che alla pausa Avellino era avanti addirittura di 8 lunghezze, grazie agli ottimi Fesenko, Rich e D’Ercole. Forse la Scandone ha fatto il grande errore di considerare il match già chiuso: nella ripresa Cremona viene fuori prepotentemente, recupera lo svantaggio e porta la gara al supplementare, dove Diener infila il sorpasso e i successivi errori di Fesenko e Rich fanno esplodere di gioia la panchina cremonese.

Colpaccio anche della Fiat Torino, che si mette alle spalle un periodo bruttissimo e fa fuori la Reyer Venezia di coach De Raffaele. A fare la differenza per i piemontesi è Garrett, che realizza 17 punti. Ai campioni d’Italia non basta l’eccellente performance di Watt (19 punti e 11 rimbalzi).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi