Finale gara 5, Milano distrugge R.Emilia: per l’Olimpia primo match-point




finaleLa legge del Forum. Davanti al proprio pubblico Milano strapazza Reggio Emilia e va sul 3-2 nella finale scudetto. L’Olimpia ha ora due match point per chiudere il discorso, con la prima chance già in gara 6 al PalaBigi. Repesa riesce a ricaricare i suoi uomini, frastornati dal doppio ko in terra emiliana: l’Olimpia domina 97-73, per la Grissin Bon gara da dimenticare.

Che Milano facesse sul serio lo si capisce già dai primi minuti. Così come risultano subito evidenti le difficoltà di Reggio Emilia, praticamente inesistente nel primo quarto. Gentile e Sanders devastano la retroguardia reggiana, e al 10′ i biancorossi conducono già 29-8.

Reggio è chiamata ad una reazione per non alzare bandiera bianca fin da subito. Qualche segnale arriva, ma Milano trova punti pesanti anche dalle seconde linee. Menetti si spreme le meningi, le prova tutte e qualcosa ottiene: Lavrinovic fa risalire la Grissin Bon a -13 (44-31). I reggiani sembrano aver ritrovato il bandolo della matassa, ma inaspettatamente Milano piazza un break ‘assassino’: 8-0, all’intervallo i padroni di casa sono avanti di 21 punti (52-31).

Ma nel basket mai dire mai, soprattutto se sul parquet c’è una squadra ‘pazza’ come l’Olimpia. Gli uomini di Repesa rientrano male in campo – o meglio, non ci rientrano – e la Grissin Bon ne approfitta. Ottima difesa e precisione sotto canestro riportano gli ospiti a -11, grazie anche alla tripla di Della Valle (57-46). Per tutta la durata del terzo quarto Reggio si mantiene a distanza non eccessiva da Milano, ma all’inizio dell’ultimo quarto Cerella fissa il punteggio ancora sul +13. Reggio non si arrende, insiste, e trova in Aradori la spinta per rifarsi sotto. La Grissin Bon si riporta a 9 punti dai biancorossi, che però tornano ad accelerare: due triple consecutive di Lafayette, nuovo vantaggio di 15 e gara 5 che praticamente si conclude qui.

Negli ultimi minuti Milano ‘finisce’ l’avversario, concludendo 97-73 e aggiudicandosi il punto del 3-2. Manca solo una vittoria per laurearsi Campione d’Italia, ma Reggio Emilia è squadra che non molla un centimetro. Specialmente sul proprio parquet: appuntamento lunedì sera per gara 6 al PalaBigi.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi