Finale playoff, festa Milano: espugnata Reggio, lo scudetto è realtà




scudettoMilano campione d’Italia! L’Olimpia espugna il parquet di Reggio Emilia, conquista gara 6 e trionfa nella finale scudetto. Milano ha trovato le forze negli ultimi minuti per sorpassare i padroni di casa (70-74) e guadagnare il punto decisivo (4-2) per laurearsi Campione d’Italia per la 27esima volta.

La bolgia del PalaBigi non è bastata alla truppa di coach Menetti. Reggio Emilia viene di nuovo battuta in finale, e di nuovo in casa, come 12 mesi fa con Sassari. E sempre come un anno fa, ad essere incoronato MVP è stato ancora Rakim Sanders. Prestazione maiuscola la sua, insieme a Simon (15 punti) e capitan Gentile (16). Alla Grissin Bon non è stato sufficiente il solito, grande Kaukenas (18 punti) davvero l’ultimo a mollare nelle battute finali del match.

Milano, come detto, è riuscita nell’impresa grazie ad un’ottima performance nel finale dell’ultimo quarto, quando già si credeva che gara 7 fosse ormai inevitabile. E invece, i biancorossi di Repesa sono andati a prendersela subito, con coraggio e determinazione.

Nel primo quarto la sfida non è ricca di emozioni. Milano chiarisce subito le sue intenzioni, per Reggio ci pensa Aradori a rispondere colpo su colpo. La tripla di Lafayette fa chiudere alla Repesa band il primo quarto avanti di 2.

Nella seconda frazione la musica non cambia. Lo spettacolo non fa da padrone, ma Della Valle sì: 8 punti, break di 12-2 e Grissin Bon sul +9 all’intervallo (38-29).

Nella ripresa ecco la Milano ‘pazza’, che dopo un secondo quarto da incubo torna sul parquet come se niente fosse e piazza subito un 7-0 che la riporta sul -2 (38-36). Non è un buon momento per i padroni di casa, visibilmente in affanno. L’Olimpia non ne approfitta granchè, tanto che Reggio Emilia si mantiene avanti grazie alla tripla di Needham (50-45).

Nell’ultimo quarto è finalmente sfida vera, con colpi di scena continui. Sorpasso Milano (Batista), controsorpasso Reggio con Polonara, poi ancora avanti i biancorossi con la tripla di Sanders: a poco più di due minuti dal termine Milano è sul +5, e poco dopo Macvan siglerà il pesantissimo canestro del +7. Reggio non molla e prova a restare in gara: a 24” dalla fine il divario è di soli 3 punti, ma prima Della Valle e poi Aradori falliscono la tripla del possibile overtime. Sanders mette il sigillo sul ventisettesimo scudetto dell’Olimpia: Milano è campione d’Italia, e può dare il via ai festeggiamenti.

 

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi