Finale scudetto: la Dolomiti Energia Trento si porta sul 2-2 nella serie




Successo convincente in gara 4 per la Dolomiti Energia Trento, che torna a difendere in modo perfetto e impone la legge del PalaTrento.

La Dolomiti Energia Trento questa volta non si fa sorprendere e coglie un prezioso successo per 78-56 con la Reyer Venezia in gara 4 della finale scudetto. La serie torna in parità per 2-2 e si preannuncia più equilibrata che mai in vista della volata finale. Con cinque giocatori in doppia cifra, la squadra di coach Buscaglia si regala una grande serata al tiro e la solita difesa arcigna, grazie anche al solito grande lavoro del tecnico sulle rotazioni difensive.

La gara è iniziata come meglio non poteva per i trentini che fanno la voce grossa sotto il tabellone volando sul 13-5 grazie a due tagli di Shields, assistiti dai soliti Craft e Hogue. I lagunari provano a ripetizione improbabili conclusioni dall’arco (2/11 nel primo quarto) e scivolano sempre più giù nel punteggio, chiudendo sotto di 13 punti alla prima sirena (22-9).

buscaglia trento milanoNel secondo quarto, è ancora la Dolomiti Energia Trento a menare le danze, volando sul +18 (31-13) contro un’attonita Venezia che fa fatica a riordinare le idee. Nella seconda metà del quarto, i lagunari ritrovano la conclusione dall’arco e colpiscono con Bramos e Filloy riducendo notevolmente le distanze. I padroni di casa hanno il torto di perdere qualche pallone di troppo, consentendo a Venezia di chiudere il primo tempo sotto solo di 9 punti (40-31).

Trento rientra in campo più decisa dopo il riposo lungo e rompe definitivamente gli indugi, acquisendo un margine di vantaggio notevole. Gomes diventa incontenibile e colpisce a ripetizione dal pitturato. De Raffaele interrompe con un timeout la furia dei padroni di casa che impongono un parziale di 8-0 prendendo il largo nel punteggio. Nella seconda parte del terzo quarto, un sussulto d’orgoglio dei lagunari consente loro di ridurre sensibilmente il distacco, rimanendo ancora in corsa. Il terzo quarto si chiude sul punteggio di 54-46.

Nel quarto decisivo a Trento riesce l’allungo vincente. De Raffaele perde Ejim per raggiunto numero di falli e Craft e compagni decidono di mettere il sigillo a gara 4 portando il vantaggio sul +20 tra il tripudio dei tifosi locali. Finisce 78-56 per la squadra di coach Buscaglia. Tra due giorni si torna a giocare al PalaTaliercio.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi