Fortitudo, che cuore! Rimonta da -11 e batte Trieste (76-74): si va a gara 5




fortitudo triesteIl grande cuore della Fortitudo. Il team bolognese riesce nell’impresa di recuperare il doppio svantaggio contro Trieste nella semifinale playoff per la promozione in Serie A: ora tra la Effe e i giuliani il punteggio è sul 2-2.

La Fortitudo, dopo le sberle di gara 1 e gara 2, aveva dato segnali di risveglio già nella terza sfida, sospinta da un caldissimo PalaDozza – un’esuberanza che era sfociata anche in episodi di violenza, come quello capitato ad un tifoso ospite che ha deciso di sporgere denuncia – e dalla convinzione di poter ancora giocarsi le proprie carte.

La vittoria di ieri sera, da parte della Fortitudo, assume un’importanza ancora più alta, dato che arriva sul filo di lana, dopo aver coronato una splendida rimonta ai danni degli ospiti. Gli uomini di Dalmasson si trovavano avanti di 11 punti a soli 4 minuti dal termine: a 50 metri dal traguardo, la truppa triestina è crollata, e il canestro del bolognesissimo Leonardo Candi (di soli 20 anni, ndr) ha messo il sigillo sul 76-74 finale e sul 2-2 che riapre ogni discorso qualificazione.

Nel primo tempo si fa apprezzare molto di più Trieste. La Fortitudo appare abbastanza confusionaria, incapace di trovare le giuste contromosse, specialmente nei confronti di Parks. All’intervallo la Effe è sotto 28-31, dopo essersi ritrovata anche a -11.

Nella ripresa il match, e la qualificazione, sembrano prendere la strada verso Est. Trieste parte fortissimo e vola ben presto sul +16. A tenere in vita Bologna ci pensa Legion: 11 punti per il 28enne di Detroit che consentono alla Fortitudo di tornare a sole 5 lunghezze dagli avversari.

Ma è una reazione che sembra fine a sè stessa. Nell’ultimo quarto le cose non sembrano cambiare: Trieste torna a macinare gioco e punti, Cavaliero e Da Ros firmano quel +11 che appare ormai insormontabile. Ma la Fortitudo non muore mai: negli ultimi 4 minuti Trieste sparisce e la Effe recupera punto su punto, fino al siluro di Candi che vale il 2-2. L’ultimo tentativo di Cavaliero non va a segno: si va a gara 5.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi