Fortitudo sconfitta, ma i tifosi accolgono la squadra a Bologna: “Grazie Ragazzi!”




fortitudoLa Fossa ringrazia la Fortitudo. La capacità di saper applaudire i propri beniamini, anche se sconfitti, non è da tutti. Una particolarità che troviamo frequentemente negli anglosassoni: capita spesso di vedere un’intero stadio omaggiare la propria squadra anche dopo una cocente retrocessione. Un modo per ringraziare dell’impegno profuso, dell’aver comunque dato tutto per raggiungere l’obiettivo, e un rinnovato affetto che esprime un concetto molto semplice: noi saremo sempre al vostro fianco.

Nel nostro Paese queste immagini sono un pò meno consuete, anche se negli ultimi tempi si comincia ad intravedere qualche cambiamento in tal senso. Ecco perchè il gesto dei tifosi della Fortitudo è da apprezzare e da rimarcare.

Bologna ha condotto una stagione esaltante: da neopromossa in A2, ha sfiorato il doppio salto, arrivando a pochi centimetri dalla promozione in Serie A. La finale contro la Centrale del Latte Brescia è stata davvero ricca di emozioni: i lombardi – più attrezzati per il salto di categoria – hanno vinto le prime due gare al PalaGeorge, ma la Fortitudo era riuscita a pareggiare i conti prevalendo in entrambe le sfide casalinghe. C’è voluta gara 5 per stabilire chi sarebbe stata la ventesima formazione a far parte della massima serie per la stagione 2016-2017: Brescia è riuscita a sconfiggere nuovamente Bologna, al termine di una gara senza storia (83-59). Un divario netto, una sentenza chiara, ma i tifosi bolognesi hanno voluto comunque ringraziare i propri atleti, capaci di arrivare ad un passo dal sogno.

Già al termine del match lo spicchio felsineo (erano 500 i fortitudini accorsi al PalaGeorge) aveva tributato il doveroso applauso a Amoroso e compagni. Una scena che si è ripetuta anche a Bologna: in tantissimi hanno atteso il rientro della truppa di coach Boniciolli, tra bandiere, sciarpe, fumogeni e cori di sostegno e affetto. Su tutti, l’imponente “Grazie Ragazzi”, come riportava anche un grande striscione sostenuto da alcuni tifosi. Insomma, non c’è sconfitta che può scalfire la passione di Bologna e dei bolognesi per la palla a spicchi: la “Fossa” della Fortitudo lo ha dimostrato ancora una volta.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi