La Dolomiti Energia Trento concede il bis al Forum di Assago e si porta sul 2-0

La Dolomiti Energia Trento espugna ancora il Forum di Assago e adesso vede la finalissima scudetto.

La Dolomiti Energia Trento è sempre più vicina all’impresa di tagliare fuori dalla lotta scudetto i campioni d’Italia dell‘Olimpia Milano. Grazie ad un’altra prestazione difensiva da favola, la squadra di coach Buscaglia ha frenato le velleità della squadra di meneghina, scesa in campo con l’intenzione di rimettere in parità la serie.

Come in gara 1, la Dolomiti Energia Trento mette il turbo nell’ultima frazione e soprattutto stringe le maglie in difesa, imbrigliando l’attacco dei padroni di casa grazie alle perfette rotazioni difensive e ad un Hogue sempre più padrone sotto i tabelloni.

Primo quarto che si chiude con le due squadre in parità (16-16) poi Sutton e Craft trascinano i trentini verso il primo break dell’incontro che consente agli ospiti di chiudere il primo tempo avanti di 5 punti (32-37).
Nella ripresa sono i giovani Pascolo e Abass a prendere per mano un’Olimpia apparsa spaesata e priva di mordente, consentendo alla squadra di Repesa di rimettere la testa avanti nel punteggio, chiudendo la terza frazione avanti di due lunghezze (55-53). Ma è solo fuoco di paglia.

La squadra di coach Buscaglia riordina le idee, serra le fila in difesa e regala solo pochi punti ai padroni di casa. Gomes colpisce a ripetizione, mentre Hogue concede pochissimo sotto le plance. Al suono della sirena, la Dolomiti Energia Trento vince di 7 punti (71-78) dimostrando inequivocabilmente di avere trovato la giusta chiave per fare breccia sulle difficoltà di un’Olimpia Milano i cui limiti si sono palesati troppo spesso in questa stagione.

Sono troppe le 23 palle perse dalla squadra di Repesa che, in vista di gara 3, dovrà fare a meno anche del contributo di Simon che si è infortunato a gara in corso. Adesso per le Scarpette Rosse, la strada verso la finale scudetto appare davvero in salita. Trento si porta sul 2-0 nella serie, contro ogni pronostico e adesso sogna legittimamente di chiudere il conto tra due giorni al PalaTrento.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi