Decisioni Fip, esclusa Virtus Roma e conferma per Ettore Messina: no alla serie A a 18 squadre




Ecco le decisioni della Fip che si è riunita il 16 luglio per ratificare le iscrizioni ai campionati e per decidere la futura guida tecnica della nazionale

Si è svolto ieri a Roma il Consiglio della Fip (la federazione di pallacanestro9 che ha trattato diversi temi in agenda fra i quali il più spinoso è stato senz’altro quello relativo alla nazionale azzurra e alla conduzione tecnica futura. Il presidente Gianni Petrucci nonostante il triste epilogo del torneo Preolimpico con l’esclusione a sorpresa della nazionale da Rio 2016, ha voluto mettere in evidenza la voglia di rivincita dell’intero movimento, ringraziando il ct Ettore Messina, lo staff tutto e i giocatori per il grande impegno e la grinta dimostrata sul campo.

L’intenzione della Fip manifestata attraverso un comunicato rimane quella di avvalersi ancora della guida tecnica di Ettore Messina, nonostante i suoi impegni professionali gravosi in Nba. Il ct non ha ancora espresso la propria intenzione in modo definitivo ma si riserverà di comunicare la propria volontà all’inizio del prossimo anno.

La Fip esclude la Virtus Roma e ratifica le iscrizioni alla serie A1

Nel corso della riunione della Fip si è anche decisa la definitiva esclusione della Virtus Roma dal campionato di A2 per non avere onorato gli impegni economici con la stessa federazione, non avendo ottemperato al pagamento della prima rata. La Federazione avrebbe però commesso un refuso nella comunicazione della data di scadenza del primo pagamento e proprio su questa ‘gaffe’ la Virtus Roma vuole costruire la propria difesa affinchè vengano riconosciute le proprie ragioni. ‘Daremo battaglia in tutti i gradi di giudizio – ha promesso il presidente del club capitolino Toti – affinchè venga riconoscita la realtà dei fatti e la Virtus Roma possa essere regolarmente iscritta al prossimo campionato di A2’.

La Federazione, oltre al futuro di Ettore Messina e all’esclusione della Virtus Roma, ha ratificato l’iscrizione dei 16 club che disputeranno il massimo campionato. Tutte le formazioni hanno presentato i documenti regolarmente e pertanto non ci saranno sorprese. Smentita categoricamente l’ipotesi di un allargamento della massima serie a 18 squadre.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi