La Pallacanestro Varese surclassa un’inguardabile Cantù: Okoye mvp




Successo per la Pallacanestro Varese nel derby contro Cantù, la squadra di Caja domina nella ripresa umiliando gli avversari.

La Pallacanestro Varese domina Cantù nell’attesissimo derby lombardo molto sentito dalle due tifoserie. La squadra di Attilio Caja fa pochissima fatica a piegare le veniali resistenze dei canturini e alla sirena si impone nettamente con il punteggio di 95-60.
La grande «ferocia» e la «determinazione» volute da Caja prima della gara sono state proprio le armi vincenti che hanno consentito ai varesini di mettere il sigillo a questa sfida con decisione. Serata molto negativa per gli uomini di Marco Sodini, alla prima trasferta in Serie A da capo allenatore. I canturini hanno rimediato davvero una figuraccia con un secondo tempo a dir poco catastrofico.

C’era anche Bob Morse sugli spalti ad applaudire il monologo dei padroni di casa che hanno fatto leva sulla serata di grazia di Okoye che metterà a referto una doppia-doppia (22 punti+18 rimbalzi). Molto bene anche Waller e Ferrero che hanno dato il proprio contributo alla causa della Pallacanestro Varese mettendo a referto rispettivamente 18 e 17 punti.

Cantù non ha potuto beneficiare neanche del sostegno dei propri tifosi che hanno deciso di non prendere parte alla trasferta in aperto contrasto con la dirigenza. Partono meglio gli ospiti con Crosariol e Culpepper, che mettono a segno i due tiri liberi dalla lunetta, mettendo a segno uno 0-4 che non spaventa i biancorossi, pronti a pareggiare con quattro punti consecutivi di Cain. Cantù prosegue il buon approccio alla gara, mettendo sei punti di distacco da Varese (6-12).

A questo punto Varese ha cominciato a colpire ripetutamente dall’arco con Waller e Ferrero, che pareggiano prima di firmare il vantaggio con Okoye (14-12). Il primo quarto si chiude con il fallo tecnico fischiato a Culpepper e si va al riposo con i padroni di casa avanti di 4 (20-16). Il margine accumulato diventa sempre più corposo grazie a Tambone, che trova il +9 (25-16).

La reazione canturina c’è ed è griffata da Culpepper che riporta gli ospiti fino al -1 (25-24). Poi si scatenano ancora le bocche di fuoco varesine che mettono dentro alcune triple consentendo ai padroni di casa di volare sul +15 prima dell’intervallo. Nella ripresa non c’è stata gara. Varese vola al massimo vantaggio toccando il +20 (60-40). La partita è ormai segnata, addirittura la squadra di Caja tocca pure il +35 (95-60) nei secondi finali, umiliando una Cantù davvero inguardabile.

Varese: Okoye 22, Waller 18, Ferrero 17.
Cantù: Culpepper e Chappell 16, Burns 9.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi